Autore Topic: Le coppie........inseparabili...e di fatto  (Letto 27274 volte)

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
« Risposta #15 il: 29 05 2009, 23:23:19 »
  • Publish
  • big grazie x il tuo tempo e il tuo sapere :Mano:
    Scusami se ti rispondo ora, grazie a te...mi incoraggia questa mano da Imperia.
    Credimi, in un perfetto anonimato, poter parlare qui è un atto sincero, disinteressato dal punto di vista di ricavarne dei vanatggi personali e non potrei mai ottenere alcun beneficio economico, professionale e di immagine personale.
    BigHonda...e chi è....non mi conosce così da nickname.. manco mia moglie!
    Poi, vuoi per limitate capacità espressive con la madrelingua, vuoi perchè non rileggo, vuoi perchè butto giù di getto tutti i concetti, tra errori di logica e grammaticali posso anche "allontanarmi" un pò dall'argomento e sembrare un mezzo ignorante travestito da professore....non è il mio scopo mettermi in mostra, mi limito a raccontare 30 anni di esperienza di vendita ricambi, lubrificanti e lavoro.
    Di una cosa sono sicuro:
    Qualcuno sà qualcosa in più di oli;
    Qualcuno sa qualcosa in più della vita di un motore (non sono solo i kilometri,ecc,ecc.)
    Qualcuno sa qualcosa in più dei serraggi, che è appena cominciato.
    Tutti sapevano dei tre argomenti tante nozioni e pochi qualche dettaglio.

    Ora sanno le stesse cose ma viste da un altro punto di vista.

    Ma io, credimi, vedo meccanici e capi officina di concessionari che mettono mani sui motori, sui mezzi, senza la minima cognizione di causa, rettifiche e rigenerazioni di motori fatti senza il minimo delle attenzioni tecniche.
    E' un paradosso, ma un meccanico professionista ne dovrebbe sapere quanto se non più di un medico, di un ingegnere, di un qualsiasi titolato accademico che applica il sapere al lavoro; irriverente come  paragone ma le parti di un motore sono tante  e complesse ed ognuna è un concentratto tecnico..e per metterci le mani devi sapere.
    Pillole è rivolta ad un club di appassionati di Hornet e non a meccanici.
     
    « Ultima modifica: 30 05 2009, 07:25:31 da BigHonda »
    Calma...due ruote e una vita. Godersi la moto è un piacere. Vento, aria e libertà ma in sicurezza, tecnica e di guida.

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #16 il: 30 05 2009, 07:58:37 »
  • Publish
  • Ieri abbiamo affrontato la classificazione delle viti; Luca ha chiesto sostanzialmente di avere una delucidazione sulle CLASSI DI RESISTENZA: :dash:

    Ne parliamo in fondo al post;

    Emerge un concetto tecnico fondamentale, ogni vite, ogni dado ogni bullone ha uno scopo tecnico ben preciso per cui è stato costruito, scelto ed applicato.

    Anche quella che è una semplice vite presa da una cassettina e montata su una parte di un componente, può pregiudicare la vita di quel componente stesso!.
    Parliamo di meccanica, non del quadretto di casa, del coperchio della lavatrice (e manco tanto sarei d’accordo) oppure dello scaffalino di legno dell’Ikea.
    Una vite , anche su un carter ,che sembra un particolare innocuo della nostra moto, fa la differenza, perché il carter può essere soggetto a vibrazioni, cedimenti ecc, quanti di voi una volta smontato un particolare, non sono mai più stati in grado di rimetterlo e ritrovarlo nella stessa condizione (detta di ripetibilità) di fabbrica?

    Nelle fabbriche della HONDA,(e spero in tante altre) si usano solo attrezzi "automatici" dinamometrici e chiavi manuali dinamometriche; chiavi fisse, improvvisate, non ce ne sono.
     
    La qualità di questi componenti è il mix che c’è tra l’uomo (addestrato al compito), l’attrezzo (solo chiavi dinamometriche) e i materiali previsti da specifica (classi di viti, certificazioni,ecc)

    Quindi MANODOPERA-MEZZI-MATERIALI (uomo-attrezzi-componenti) sempre alla massima performance disponibile..

    Se manca una di queste 3 condizioni, HONDA i motori non li delibera al commercio, ve lo dico io!
    Se mancano le viti 8.8 che fissano la staffetta X o Y....non usano viti alternative solo per produrre mezzi e vendere....se manca la vite a specifica, il mezzo resta fermo...nessuno si prenderà mai la responsabilità di usare viti alternative (solo con quelle di classe superiore forse si andrebbe avanti)

    DAL WEB : (Amf)
     :regolamento:
    Le classi di resistenza 8.8 e 12.9 significano:
    8. = resistenza a trazione minima = 800 N/mm²
    .8 = snervamento minimo (80% resistenza a trazione min.) = 640 N/mm²
    12. = resistenza a trazione minima = 1200 N/mm²
    .9 = snervamento minimo (90% resistenza a trazione min.) = 1080 N/mm²

    Chiaramente, anche il dado deve avere la sua classe di resistenza.

    Resistenza dei dadi esagonali:
    La resistenza significa:
    10. = minima resistenza di prova = 1000 N/mm²
    Questa resistenza di prova è pari alla resistenza a trazione minima di un bullone che, accoppiato con il corrispondente dado, viene sollecitato fino al carico di rottura ammissibile del bullone.
    Nel trasferimento di forze, la normale combinazione bullone/dado richiederebbe, nel caso di un bullone 8.8, un dado con classe di resistenza „8". Per la costruzione di questo dado sarebbe sufficiente utilizzare un materiale di qualità inferiore a quello impiegato per il bullone 8.8, poiché nel dado si originano tensioni inferiori rispetto al bullone. Poiché tuttavia per i dadi oltre ad una sufficiente resistenza a trazione viene richiesta un'elevata resistenza all'usura, preferiamo costruire anche i dadi con lo stesso materiale utilizzato per i bulloni 8.8. Da ciò consegue che i dadi risultano con classe di resistenza „10".

    Carico ammissibile sul bullone: ... é il massimo carico di trazione che il bullone può sopportare, espresso come somma di tutte le forze risultanti da una sollecitazione in esercizio sia assiale che centrale. Il limite di snervamento viene, per ragioni di sicurezza, fissato all' 80% del carico ammissibile.

    Forza di serraggio ammessa: ... é la forza massima con la quale il bullone può essere "tirato" durante il serraggio con il dado. I valori riportati in tabella valgono per un coefficiente di attrito sulle superfici di appoggio e nella filettatura pari a µ = 0,14. Ciò corrisponde all' attrito di superfici a finitura media, lubrificate.
    « Ultima modifica: 30 05 2009, 08:10:59 da BigHonda »

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #17 il: 30 05 2009, 08:49:18 »
  • Publish
  • Un concetto (tecnico) fondamentale è capire, quando si parla di coppia, cosa esprimono come unità di misura i costruttori di motori, di viti, di attrezzi.
    Non serve inquesto caso, raccontare le definizioni tecniche, quindi vi passo un collegamento con una pagina "semplice" ed efficace che definisce i valori degli argomenti citati sul tema delle coppie di serraggio.

    Una cosa è sicura, espressa in "forza" di trazione, la differenza in "kg di tiro" è una variabile che fà la differenza (notevole) se una vite è "tirata" più del dovuto.
    Non ci crederete, ma alcuni particolari montati sul motore, pompe,ausilairi di servizio,ecc, se tirati eccessivamente, deformano la struttura del basamento, ne modificano i profili, fino a creare tensioni che possono compromettere la funzionalità di un motore, di una tenuta..e quanti dopo un intervento manutentivo magari trovano la goccia dell'olio per terra nel box?

    Anche la semplice rondella del tappo olio è programmata per deformarsi ed adattarsi secondo un carico (coppia di chiusura) che la deformi dapprima elasticamente (adattamento) e poi plasticamente al limite progettuale (deformazione irreversibile) fino a farla funzionare da guarnizione di tenuta; una semplice rondella che si adatterà al serraggio tappo/coppa in maniera "programmata", nè di più nè di meno!
    Poi il passo vite del tappo e la coppia, nel momento di "tiro" (forza di trazione) faranno adattare le superfici in contatto ed a pacchetto.

    Un serraggio scarso, invece non farebbe adattare bene la rondella pechè alcune parti delle superfici in contatto non si adatterebbero, anzi ad esaminare la rondella, si vedrebbe il pianetto frontale (quello accoppiato), lucido su tutta la parte in contatto e su un piccolo tratto ancora la superficie (grossolana) originale, segno che quel tratto da 2 o 3 mm (arco della rondella) non si è adattato alle parti o ai piani accoppiati.


    Devi chiudere con cautela, se ci vai veloce con la chiave manuale (non sia mai con un'avvitatore) la rondella si deformerà immediatamente in maniera anomala, o meglio "non secondo la norma di buona tecnica tutta in fase plastica".
     
    Invece occorre che questa si deformi dapprima elasticamente e poi plasticamente, rispettando lo spessore di "pacchetto" e, se non avrà avuto la fase di adattamento, di accostamento per capirci (fase elastica)...sembra una cavolata, potrà farci perdere la fatidica goccia d'olio, quindi ci vuole buona norma tecnica pure per queste semplici attività.

    Molti superficialotti, che poi vedono la goccia d'olio, ci vanno di silicone e tira a campare o svitano e riavvitano in continuazione, aumentano i kg....di tutto e di più!

    Il rimedio, è quello di fare l'attività con cautela ed a velocità (manuale) regolare, avvitatura a passo lento!
    Quandi arrivi a pacchetto, con chiave dinamometrica, accostare,e lentamente arrivare a coppia (scatto della chiave)

    Vedete lo scopo di PILLOLE è questo, far passare il concetto che nulla è fatto per caso...anche una semplice rondella, messa li a raccogliere acqua e polvere...vuole le sue specifiche tecniche di serraggio! :dash:

    Tanti,pensano invece che più la schiacciano è più questa si adatti;
    Succede invece, l'esatto contrario, perchè essendo già nella deformazione plastica, quando si è passato il limite dei kg stabiliti da manuale, conservi sempre lo spessore che "fà pacchetto di serraggio" (tra tappo-rondella-coppa), però più deformi per lo schiacciamento eccessivo e più  rischi che per trascinamento (quando giri la chiave) la superficie in contatto si crepi/lesioni, microfessurazioni, o addirittura si deformi per sovraccarico al punto di diventare talmente distorta da dilatarsi nelle forme.

    .....tante parole per una semplice rondella...lo so ma è per far passare il concetto di come ogni elemento rappresenta una storia tecnica a parte; e stiamo parlando solo di una semplice rondella, figuriamoci! :-(

    Perchè i manuali ne consigliano il cambio ad ogni cambio d'olio? Perchè lei "muore" tecnicamente al serraggio, il primo serraggio, ricordate.... deformazione plastica..irreversibile

     :low:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Momento_torcente
    « Ultima modifica: 30 05 2009, 09:38:58 da BigHonda »

    Offline supertrex

    • Moderatore
    • SBK
    • *****
    • Post: 3240
    • Età: 44
    • Sesso: Maschio
    • IO NON VOTO....
    • Moto: garelli Gta,CX 125,monster 600,ss 750,Gsxr 1100, Yamaha R1 98',YZF 750 Sp,Hornet 2007, CB1000R....e tante altre

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #18 il: 30 05 2009, 13:31:08 »
  • Publish
  • Un concetto (tecnico) fondamentale è capire, quando si parla di coppia, cosa esprimono come unità di misura i costruttori di motori, di viti, di attrezzi.
    Non serve inquesto caso, raccontare le definizioni tecniche, quindi vi passo un collegamento con una pagina "semplice" ed efficace che definisce i valori degli argomenti citati sul tema delle coppie di serraggio.

    Una cosa è sicura, espressa in "forza" di trazione, la differenza in "kg di tiro" è una variabile che fà la differenza (notevole) se una vite è "tirata" più del dovuto.
    Non ci crederete, ma alcuni particolari montati sul motore, pompe,ausilairi di servizio,ecc, se tirati eccessivamente, deformano la struttura del basamento, ne modificano i profili, fino a creare tensioni che possono compromettere la funzionalità di un motore, di una tenuta..e quanti dopo un intervento manutentivo magari trovano la goccia dell'olio per terra nel box?

    Anche la semplice rondella del tappo olio è programmata per deformarsi ed adattarsi secondo un carico (coppia di chiusura) che la deformi dapprima elasticamente (adattamento) e poi plasticamente al limite progettuale (deformazione irreversibile) fino a farla funzionare da guarnizione di tenuta; una semplice rondella che si adatterà al serraggio tappo/coppa in maniera "programmata", nè di più nè di meno!
    Poi il passo vite del tappo e la coppia, nel momento di "tiro" (forza di trazione) faranno adattare le superfici in contatto ed a pacchetto.

    Un serraggio scarso, invece non farebbe adattare bene la rondella pechè alcune parti delle superfici in contatto non si adatterebbero, anzi ad esaminare la rondella, si vedrebbe il pianetto frontale (quello accoppiato), lucido su tutta la parte in contatto e su un piccolo tratto ancora la superficie (grossolana) originale, segno che quel tratto da 2 o 3 mm (arco della rondella) non si è adattato alle parti o ai piani accoppiati.


    Devi chiudere con cautela, se ci vai veloce con la chiave manuale (non sia mai con un'avvitatore) la rondella si deformerà immediatamente in maniera anomala, o meglio "non secondo la norma di buona tecnica tutta in fase plastica".
     
    Invece occorre che questa si deformi dapprima elasticamente e poi plasticamente, rispettando lo spessore di "pacchetto" e, se non avrà avuto la fase di adattamento, di accostamento per capirci (fase elastica)...sembra una cavolata, potrà farci perdere la fatidica goccia d'olio, quindi ci vuole buona norma tecnica pure per queste semplici attività.

    Molti superficialotti, che poi vedono la goccia d'olio, ci vanno di silicone e tira a campare o svitano e riavvitano in continuazione, aumentano i kg....di tutto e di più!

    Il rimedio, è quello di fare l'attività con cautela ed a velocità (manuale) regolare, avvitatura a passo lento!
    Quandi arrivi a pacchetto, con chiave dinamometrica, accostare,e lentamente arrivare a coppia (scatto della chiave)

    Vedete lo scopo di PILLOLE è questo, far passare il concetto che nulla è fatto per caso...anche una semplice rondella, messa li a raccogliere acqua e polvere...vuole le sue specifiche tecniche di serraggio! :dash:

    Tanti,pensano invece che più la schiacciano è più questa si adatti;
    Succede invece, l'esatto contrario, perchè essendo già nella deformazione plastica, quando si è passato il limite dei kg stabiliti da manuale, conservi sempre lo spessore che "fà pacchetto di serraggio" (tra tappo-rondella-coppa), però più deformi per lo schiacciamento eccessivo e più  rischi che per trascinamento (quando giri la chiave) la superficie in contatto si crepi/lesioni, microfessurazioni, o addirittura si deformi per sovraccarico al punto di diventare talmente distorta da dilatarsi nelle forme.

    .....tante parole per una semplice rondella...lo so ma è per far passare il concetto di come ogni elemento rappresenta una storia tecnica a parte; e stiamo parlando solo di una semplice rondella, figuriamoci! :-(

    Perchè i manuali ne consigliano il cambio ad ogni cambio d'olio? Perchè lei "muore" tecnicamente al serraggio, il primo serraggio, ricordate.... deformazione plastica..irreversibile

     :low:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Momento_torcente




    confermo.....


    molto importante anche il materiale usato per la "rondella" in questione.....dall'alluminio al rame...

    generalmente si usano leghe di rame..in quanto l'alluminio anche in lega ha pur sempre una scarsa resistenza al contatto per reattività chimica,costa meno ed è più "elastica" rispetto al rame.

    il rame o leghe in questo caso ha una maggiore dilatazione termica,un migliore modulo elastico ed un ottimo modulo di torsione pari a circa 4000\5000 kg per mmq ed una resilienza di almeno 10 kgm\cmq

    vengono usate anche rondelle in ottone..che con una percentuale di circa il 7% di zinco hanno una buona plastificità..
    ... Mi sono fatto spiegare??.....

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #19 il: 30 05 2009, 15:40:49 »
  • Publish


  • confermo.....


    molto importante anche il materiale usato per la "rondella" in questione.....dall'alluminio al rame...

    generalmente si usano leghe di rame..in quanto l'alluminio anche in lega ha pur sempre una scarsa resistenza al contatto per reattività chimica,costa meno ed è più "elastica" rispetto al rame.

    il rame o leghe in questo caso ha una maggiore dilatazione termica,un migliore modulo elastico ed un ottimo modulo di torsione pari a circa 4000\5000 kg per mmq ed una resilienza di almeno 10 kgm\cmq

    vengono usate anche rondelle in ottone..che con una percentuale di circa il 7% di zinco hanno una buona plastificità..
    GRAZIE TREX,
    Perfetto allora, Supertrex addirittura ci dice che anche le scelte dei materiali sono un vero e proprio capitolo tecnico da considerare (e sono ultrapienamentedaccordo), quindi ancora di più ci addentraimo nel fatto  che la buona tecnica è "madre" dei nostri motori...nò???

    E parliamo di una misera rondella...ed abbiamo visto che bisogna avere le condizioni di : scelta del materiale idoneo, coppia e norma di serraggio!
    ACCI :gRgR: PICCHIA!

    Offline Luc@

    • Amministratore
    • SBK
    • ******
    • Post: 5584
    • Età: 35
    • Frattamaggiore (NA)
    • Sesso: Maschio
      • Hornet.it
    • Moto: Hornet 600 MY05
    • Zavorrino/a: Nereide

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #20 il: 02 06 2009, 09:50:50 »
  • Publish
  •  :up:  :up:  :up:  :up:  :up:  :up:  :up:  :up:  :up:

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #21 il: 03 06 2009, 08:17:33 »
  • Publish
  • Secondo me i concetti "di base" dei serraggi, sono passati un po tutti.
    L'argomento alla fine è scontato ed è di facile condivisione.
    Il non rispetto di questi serraggi sono la causa di molteplici anomalie, ve ne cito le più probabili:
    - perdita (gocciolamento) di fluidi, quali olio o acqua (liquido di raffr.);
    - interferenze di parti in movimento, dovuto a distorsioni dei materiali assemblati
    - rottura di viti e bulloni
    - perdita da guarnizioni e piani accoppiati;
    - mescolamento fluidi tecnici (acqua/olio)
    - creazione vapori in camera di scoppio (visti testata)
    - smontaggio candele (se la coppia di serraggio era stata eccessiva)
    - deformazioni strutturali e funzionali dei componenti (mozzi, ingranggi, carter,pompe,)
    - ecc,ecc

    ALLORA, per chi ha la possibilità di verificarlo dico che oggi giorno, i manuali tecnici, i manuali di uso e manutenzione di quasi tutti i mezzi rendono palese e soprattutto lo ripetono più volte su varie pagine ed anche più volte per lo stesso argomento, di attenersi alle prescrizioni di serraggio.

    Il mio consiglio per chi si fa dei lavoretti (il fai da te, bello per gli amanti dei motori) è questo :

    BISOGNA acquistare ( o procurarsi) un kit di chiavi dinamometriche, io l'ho preso su eBay di buona fattura a 50 euro circa, con chiave a scatto regolabile. Quando si ha voglia o la necessità di mettere mano sulla propria Hornet, attenersi alle coppie prescritte.
    Lei (la Hornet) ne sarà felice...non gli darete "tensione" :emo: !
     :regolamento:


    PS: vedrete come cambierà il vostro concetto di serraggio, per una vite chiusa a coppia con la chiave a scatto, avrete una sensazione che sia lenta perchè eravate abituati a stringerla più forte, oppure vi sembrerà "stretta" eccessivamente perchè secondo voi prima (senza chiave dinam.)vi fermavate un pò prima...a sensazione..però...vedrete come muterà il vostro parere in merito a queste situazioni!
    « Ultima modifica: 03 06 2009, 08:54:02 da BigHonda »

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #22 il: 03 06 2009, 08:43:41 »
  • Publish
  • Dopo il consiglio...per onestà devo anche dire questo:
    Se ormai molti hanno già svitato, avvitato,risvitato,ecc, la stessa vite, questa è probabile che ormai sia abbsatanza "inaffidabile" a fare il suo mestiere. Mi spiego.
    Una vite è progettata per essere quasi"immortale" ad un carico (coppia) prestabilito. Se rispetti questo carico, lei (la vite) avrà lavorato e quindi sarà stata sollecitata sempre in maniera "elastica", cioè non si sarà mai deformata.

    Questa è una condizione che permette la ripetibilità dell'uso o impiego, se vi piace, di tutti i componenti di serraggio.

    Se però molte viti hanno già "lavorato" male perchè molti di voi hanno dato carichi (coppie) eccessive o anomale,stressate (si dice in gergo) oltre la loro condizione e capacità tecnica queste viti possono essere "passate nella fase plastica" e non più elastica, quindi hanno perso le loro caratteristiche di ripetibilità,  SE VOI OGGI, VI COMPRATE IL KIT CHIAVI E DA DOMANI INIZIATE A SERRARE COME DA MANUALE....PROBABILE CHE LE VITI ORMAI DEFORMATE, ALLUNGATE, ANOMALE, non rispettino più le caratteristiche e quindi se partite con la nuova filosofia di rispettare i serraggi a coppia, queste viti diventano fonte di problemi...gocciolamenti, trasudazioni,ecc,ecc...quindi andateci cauti!

    ALLORA, và tutto bene per viti nuove, dove consiglio di (iniziare) lavorare con kit chiavi dinam, Per particolari già svitati/avvitati,ecc  consiglio di bonificare (sostituendole) viti e rondelle che voi individuate e conoscete che possano aver subito uno SHOCK da eccessivo "tiraggio" precedente.
    Grano salis....vale a dire, un conto è una vite che regge un filo dell'accelleratore, un conto è una vite o un dado della catena.... del mozzo ruota....datevi delle priorità e senza panico..tranquilli tecnica e competenza  risolvono i problemi

    OVVIAMENTE TUTTO QUESTO qualora abbiate ritenuto efficace questa discussione sulle COPPIE DI SERRAGGIO! :ciao:
    « Ultima modifica: 03 06 2009, 08:49:22 da BigHonda »

    Offline Luc@

    • Amministratore
    • SBK
    • ******
    • Post: 5584
    • Età: 35
    • Frattamaggiore (NA)
    • Sesso: Maschio
      • Hornet.it
    • Moto: Hornet 600 MY05
    • Zavorrino/a: Nereide

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #23 il: 03 06 2009, 15:37:30 »
  • Publish
  • Big che tipo di chiavi hai acquistato su eBay? che marca?

    Luc@

    Offline prof

    • Moderatore globale
    • SBK
    • *****
    • Post: 9048
    • Roma!

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #24 il: 03 06 2009, 17:22:20 »
  • Publish
  • spero che prima o poi avrai il tempo per parlare anche dei grippaggi che coinvolgono le fasce di tenuta e raschiaolio, e i più comuni accorgimenti per evitarle.

    grazie per il tuo lavoro.
    “The fact remains that getting people right is not what living is all about anyway. It's getting them wrong that is living, getting them wrong and wrong and wrong and then, on careful reconsideration, getting them wrong again. That's how we know we're alive: we're wrong.”

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #25 il: 03 06 2009, 19:17:49 »
  • Publish
  • spero che prima o poi avrai il tempo per parlare anche dei grippaggi che coinvolgono le fasce di tenuta e raschiaolio, e i più comuni accorgimenti per evitarle.

    grazie per il tuo lavoro.

    Ammappete....che bell'argomento Prof....ma insieme a Trex..."cià famo"...i grippaggi però, una volta erano più frequenti rispetto alle situazioni attuali, molti imputavno la faccenda alle famose "tirate a freddo" non era l'unica causa, anzi in molti casi non lo era proprio...il  massimo dei grippaggi avveniva sui motori da gokart....a scendere qualche moto...poi sulle auto (a benzina) e meno raro sui motori dei mezzi pesanti.
    La tecnica ha studiato i grippaggi come fatto scientifico, dalle strutture dei materiali, dai profili delle fasce e delle raschiaolio, dai lubrificanti, dai reticoli di trattenimento olio sulle canne, ecc,ecc.

    Un argomento davvero "difficile", quello del GRIPPAGGIO, ma con un buon coinvolgimento di Trex, :Mano:  a cui rinnovo il mio plauso per la sua competenza, andremo ad esaminare tutte le probabili ( o almeno le più probabili) cause che lo detrminano.

    Giri...giri...e giri...la velocità dello stantuffo che si sbatte su è giù....ma non solo...ne parleremo, di quelle che sono le possibili cause (ovviamente secondo quello che io conosco, poi ci potrà essere molto altro, io ho un limite di sicuro!)  un mezzo accenno l'ho fatto in risposta ad un tuo post quando mi dicevi che "parlavamo" un pò troppo di concetti per motori d'auto e non di moto.... bene, vedremo come e cosa si potrà fare.
     :dash:

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #26 il: 03 06 2009, 19:35:50 »
  • Publish
  • Big che tipo di chiavi hai acquistato su eBay? che marca?

    Luc@

    Luca, la marca non l'ho disponibile al momento, è un set di bussole e una unica chiave regolabile con tutti gli adattatori per bussola e prolunghe varie. Te la dirò domani....devo andare in box.
    Il venditore eBay, da cui ho acquistato, è Italonline (circa 6000 feedback positivi).

    Ma non è questo il problema, se si digita su ebay : ATTREZZI MANUALI e poi DINAMOMETRICA, escono le varie offerte...la qualità per l'uso che dobbiamo farne noi è importante ma non è la condizione principale. A noi serve flessibilità di utilizzo, a buona qualità del prodotto (non quello che si trova sulle bancarelle a 4 soldi) quindi un bel set completo (la famosa cassettina con tutte le bussole,ecc,ecc) è quello che ci vuole.
    Generalmente hanno, a corredo,  le bussole più "universali" e quelle d'uso frequente. Preferite i venditori ad alto feedback,meglio se negozi, e scegliete le offerte con proposte d'acquisto...poi offrite quanto credete opportuno, molti accettano anche con "buoni ribassi"....fatevi furbi..partite da somme basse e poi avanzate piano piano (senza offendere la professionalità del venditore, mi raccomando, una cosa da 100 euro non ve ne uscite con 10 euro, ma magari partite da 45-50....capisci a mè!).

    Offline Luc@

    • Amministratore
    • SBK
    • ******
    • Post: 5584
    • Età: 35
    • Frattamaggiore (NA)
    • Sesso: Maschio
      • Hornet.it
    • Moto: Hornet 600 MY05
    • Zavorrino/a: Nereide

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #27 il: 04 06 2009, 00:06:52 »
  • Publish
  • per la marca ero più curioso che altro! io ho una Facom con un pò di bussole, giusto quelle che mi servono per tutta la moto! un pò di esagonali ecc...ecc... l'uso della dinamometrica è sicuramente consigliato e d'obbligo per determinati tipi di operazioni, ma la qualità della chiave non dovrebbe essere eccelsa? perchè scegliere di acquistare un kit "generico" a pochi soldi...non avendo nessuna garanzia poi sulla precisione della stessa? per carità, saranno pure chiavi eccelse ma una dinamometrica senza accessori e senza bussole con coppia 20-100 parte da un prezzo ben superiore a quelle che si trovano su eBay in "kit"! sicuramente in quelle rinomate si paga anche il "nome" ma credo che poi per la qualità non sia nulla da obbiettare! mi sbaglio?  :mmm: personalissima opinione...non mi fiderei a tirare una vite, magari delicata o del motore, con una chiave di cui non sono sicuro...che mi dici? sia chiaro, non sto criticando il tuo acquisto, solo cercando di aprire un dibattito su questa questione!  ;-)

    Luc@

    Offline supertrex

    • Moderatore
    • SBK
    • *****
    • Post: 3240
    • Età: 44
    • Sesso: Maschio
    • IO NON VOTO....
    • Moto: garelli Gta,CX 125,monster 600,ss 750,Gsxr 1100, Yamaha R1 98',YZF 750 Sp,Hornet 2007, CB1000R....e tante altre

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #28 il: 04 06 2009, 00:19:26 »
  • Publish
  • non andiamo OT signori!!!!! :gRgR:

    1 ( uno) richiamo per Luc@

    1 ( uno) richiamo per Bighonda


    al prossimo.....vi stringo a 45 Nm...e senza rondella :stica:

    Offline Luc@

    • Amministratore
    • SBK
    • ******
    • Post: 5584
    • Età: 35
    • Frattamaggiore (NA)
    • Sesso: Maschio
      • Hornet.it
    • Moto: Hornet 600 MY05
    • Zavorrino/a: Nereide

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Le coppie........inseparabili...e di fatto
    « Risposta #29 il: 04 06 2009, 00:22:15 »
  • Publish
  • trex ma la scelta della chiave direi che è fondamentale per l'argomento trattato! :-( uff!


    Share via delicious Share via digg Share via facebook Share via furl Share via linkedin Share via myspace Share via reddit Share via stumble Share via technorati Share via twitter

    xx
    coppie serraggio piastra di sterzo hornet 600

    Aperto da ukkiu

    1 Risposte
    1897 Visite
    Ultimo post 05 03 2014, 17:12:36
    da deio
    xx
    Coppie serraggio piastre sterzo MY 2008

    Aperto da luckystrike

    2 Risposte
    1841 Visite
    Ultimo post 21 06 2010, 09:12:08
    da luckystrike
    xx
    Coppie serraggio Hornet 2003-2004-2005-2006

    Aperto da giulios

    17 Risposte
    7273 Visite
    Ultimo post 21 10 2012, 00:20:19
    da marcomich88
    xx
    Coppie Serraggio Hornet 2007-2008-2009-2010.

    Aperto da supertrex

    0 Risposte
    9562 Visite
    Ultimo post 22 11 2010, 13:52:53
    da supertrex