Autore Topic: Scarichi aftermarket: regolamentazione.  (Letto 20170 volte)

Offline prof

  • Moderatore globale
  • SBK
  • *****
  • Post: 9048
  • Roma!

  • I miei Album:
  • I miei album
Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« il: 14 09 2012, 16:52:09 »
Cerchiamo con questo topic di fare chiarezza sulla regolarità o meno dei soli scarichi aftermarket.

PREMESSE

1) parliamo di scarichi, vale a dire del terminale, non dell'intero sistema (cioè comprensivo dei collettori).
2) per scarichi aftermarket intendiamo comunque quelli prodotti da aziende europee, con omologazione UE, certificato di omologazione in originale (non fotocopia) che reca in calce i dettagli di cui parleremo più avanti.
3) non vengono considerate alterazioni quali estrazioni di dbkiller, tagli, manomissioni, seghettamenti, che portano automaticamente il pezzo ad essere non omologato.

LEGISLAZIONE

Il terminale di scarico ricade nell'ambito degli articoli 72, 77 e 78 del Codice della strada, nonchè della direttiva 2005/30/CE della Commissione del 22 aprile 2005, che modifica le direttive 97/24/CE e 2002/24/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relative all’omologazione dei veicoli a motore a due o tre ruote:

I convertitori catalitici di ricambio d’origine devono recare quanto meno le seguenti indicazioni:
- il nome o il marchio registrato del fabbricante del veicolo;
- la marca e il numero d’identificazione del pezzo.
I convertitori catalitici di ricambio d’origine sono accompagnati dalle informazioni di seguito indicate:
- il nome o il marchio registrato del fabbricante del veicolo;
-la marca e il numero d’identificazione del pezzo; v- i veicoli per i quali il convertitore catalitico di ricambio d’origine appartenga ad uno dei tipi figuranti all’allegato VI, punto 5


Il terminale di scarico/convertitore catalitico (da qui in avanti terminale, e basta) è una componente non fissa, ma usurabile del veicolo, e quindi soggetta a sostituzione; come gli pneumatici, nè più nè meno. Quindi la MODIFICA del veicolo contestata è erronea: si tratta di SOSTITUZIONE di elemento deperibile.

Importante è che il terminale rispetti le seguenti caratteristiche:
1) essere costruito/omologato in UE;
2) avere il certificato di omologazione;
3) non essere alterato in alcuna sua componente;
4) rispettare la normativa sulle emissioni inquinanti (antinquinamento) prevista per lo specifico veicolo;
5) rispettare la normativa sulle emissioni sonore (rumorosità) prevista per lo specifico veicolo;
6) recare stampigliato un numero di omologazione, identico a quello riportato sul certificato.


L'aspetto fondamentale da controllare per essere sicuri quando si è su strada è che combacino le direttive elencate sulla carta di circolazione con quelle elencate sul certificato di omologazione.
Vale a dire che se si circola con un veicolo euro3 e il terminale è euro2 non si è a norma e il veicolo viene sottoposto a fermo amministrativo.

Ricordiamo quali siano le diciture sulla carta di circolazione:


Euro 0: nessuna dicitura
Euro 1: "97/24 Cap.5 fase I" (ciclomotori) e "97/24 Cap.5" (moto)
Euro 2: "97/24 Cap.5 fase II" (ciclomotori) e "2002/51/CE fase A" (moto)
Euro 3: "2002/51/CE fase B" (moto)
inoltre a direttiva: "97/24 Cap.9" che recita: livello sonoro ammissibile e dispositivo di scarico dei veicoli a motore a due o a tre ruote.


IN QUALI CASI IL TERMINALE NON RISULTA IN REGOLA:

1)  Se l'anno di immatricolazione della moto non è tra quelli riportati sul certificato di omologazione.
Sanzione da €398,00 a €1.596,00, ritiro della carta di circolazione (fermo amministrativo), revisione straordinaria obbligatoria (con obbligo di ripristino di componenti omologati e dotati di regolare documentazione) (Art.78 CdS)

2) Non coincidenza tra numeri del terminale di scarico e certificato di omologazione.
Sanzione da €398,00 a €1.596,00, ritiro della carta di circolazione (fermo amministrativo), revisione straordinaria obbligatoria (con obbligo di ripristino di componenti omologati e dotati di regolare documentazione) (Art.78 CdS)

3) Assenza di numero di omologazione, di certificato relativo, e relativi dati.
Sequestro e confisca dello scarico, sanzione da €80,00 a €318,00 ( componenti non omologate), sanzione da €398,00 a €1.596,00 (variazione delle caratteristiche tecniche del veicolo), ritiro della carta di circolazione e f.a., revisione straordinaria obbligatoria (con obbligo di ripristino di componenti omologati e dotati di regolare documentazione), sanzione da €155,00 a €624,00 per chi ha prodotto in italia/importato/venduto il componente. (Art. 72, 77, 78 CdS)

4) discrepanza tra le due normative antinquinamento (es. euro2 la moto, euro0 il terminale).
Sanzione da €398,00 a €1.596,00, ritiro della carta di circolazione, revisione straordinaria obbligatoria (con obbligo di ripristino di componenti omologati e dotati di regolare documentazione) (Art.78 CdS)

5) mancanza nel certificato di omologazione della direttiva antinquinamento di riferimento (non ci sono scritte quali EC/97/24 Cap.9)
Sanzione da €398,00 a €1.596,00, ritiro della carta di circolazione (fermo amministrativo), revisione straordinaria obbligatoria (con obbligo di ripristino di componenti omologati e dotati di regolare documentazione) (Art.78 CdS)

6) alterazioni funzionali del terminale (estrazione o foratura dbkiller, sagomature, piombature, ecc).
sequestro e confisca dello scarico, sanzione da €80,00 a €318,00 (per montaggio di componenti non omologate), sanzione da €398,00 a €1.596,00 (per variazione delle caratteristiche tecniche del veicolo), ritiro della carta di circolazione, revisione straordinaria obbligatoria (con obbligo di ripristino di componenti omologati e dotati di regolare documentazione). (Art. 72, 77, 78 CdS)


IN TUTTI GLI ALTRI CASI SIAMO A NORMA!

Per riepilogare, bisogna controllare
a) che il terminale sia UE, con il numero di omologazione, e non modificato.
b) che il certificato di omologazione riporti la normativa UE e che i riferimenti siano aderenti a quelli della carta di circolazione.

COME COMPORTARSI NEL CASO LE FDO DECIDANO DI APPLICARE COMUNQUE L'ART. 72/78 IN MODO IMPROPRIO?

1) chiarire con calma quanto sopra esposto (magari mostrando la regolamentazione elencata)
2) nel caso procedano comunque, far verbalizzare la propria versione con i riferimenti di legge. E' obbligo dell'agente accogliere per iscritto le rimostranze del contravventore, non si possono rifiutare.
3) a casi estremi, estremi rimedi... se continuassero comunque, essendo pubblici ufficiali, non possono sottrarsi alle riprese, quindi accendete la videocamera e filmate dichiarando che oltre l'annullamento del verbale chiederete i danni morali per ingiusta e persecutoria applicazione della legge. E poi cercatevi un buon avvocato. Ma sono sicuro che non ce ne sarà bisogno...  :LoL:
4) telefonatemi  ;-)

prof







Linkback: http://www.hornet.it/b8_aspetti-legali-c-d-s/t39527_scarichi-aftermarket-regolamentazione/


“The fact remains that getting people right is not what living is all about anyway. It's getting them wrong that is living, getting them wrong and wrong and wrong and then, on careful reconsideration, getting them wrong again. That's how we know we're alive: we're wrong.”

Offline batmichy

  • 50 ino
  • *
  • Post: 184
  • Età: 34
  • Como
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Honda CB 600F Hornet 2008

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #1 il: 14 09 2012, 17:23:24 »
Bravo Prof., un po' di chiarezza ci voleva.
Domanda: ma se il terminale non ha funzione di catalizzatore (per esempio nella hornet 2007 è il siluro sotto la pancia che funge da catalizzatore), perchè il terminale deve indicare anche la norma Euro2-3-4-5-1000? E' solo terminale e non svolge alcuna funzione di filtraggio per le particelle inquinanti. Sarebbe illegale se smontassi anche il catalizzatore ok, ma se ho foglio di omologazione riportante il mio modello specifico di moto, è implicito che quel terminale è compatibile con la mia normativa EuroX.  :mmm:

Offline prof

  • Moderatore globale
  • SBK
  • *****
  • Post: 9048
  • Roma!

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #2 il: 14 09 2012, 18:50:12 »
Non so perchè debba farlo, ma so che deve farlo   :parDon:  .

Vale quanto ho scritto sopra, se non è esplicitamente indicato che rispetta la norma EuroX NON è a regola. ;-)

Offline jack1977

  • Moto 3
  • **
  • Post: 275
  • Età: 41
  • Firenze
  • Sesso: Maschio
  • Scooterista con la moto
  • Moto: Hornet My03

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #3 il: 14 09 2012, 18:57:50 »
ottimo lavoro  :up:
ora (riferendomi alle hornet fino al 2006 che hanno il catalizzatore sulla parte terminale) io non ho modo di visionare i certificati che rilasciano i costruttori di scarichi aftermarket, ma anche se sono omologati, il 99% degli acquirenti lo acquista senza catalizzatore (solitamente che io sappia lo vendono a parte o va richiesto a parte) quindi per forza non possono rispettare la norma antinquinamento.
In teoria quindi chi volesse esser ligio alle regole deve acquistare un terminale omologato e catalizzato. E' corretto?
 
Ogni mattina, quando il sole sorge...non importa se sei motociclista o scooterista... comincia a correre...

Offline prof

  • Moderatore globale
  • SBK
  • *****
  • Post: 9048
  • Roma!

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #4 il: 15 09 2012, 00:28:28 »
E' corretto, per quanto esposto sopra.

Ho capito la tua domanda, che amplia quella di batmichy.
In teoria il discorso è corretto e comprensibile, ma in pratica è comunque fuori dalle leggi scritte summenzionate.
Tanto basta all'agente accertatore per sottoporti alla sanzione dell'articolo 78.

Il discorso che segue (ricorso al GdP esponendo quanto detto) mi sembra abbastanza tortuoso.


Offline massy1974

  • Moto 3
  • **
  • Post: 455
  • Età: 45
  • Casale Monferrato
  • Sesso: Maschio
  • il modo migliore di vivere la vita....
  • Moto: honda hornet 09
  • Zavorrino/a: Barbara

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #5 il: 15 09 2012, 08:23:08 »
 :up:  :up:  :up:  :up:  :up:  :up:  ottimo  :up:  :up:  :up:  :up:  :up:  :up:

 :lamps7:

Offline VirtualAngel

  • SBK
  • *****
  • Post: 4453
  • Età: 33
  • Pietrasanta (LU)
  • Sesso: Maschio
  • La Poderosa
  • Moto: Hornet 2006 DPM
  • Zavorrino/a: Marty

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #6 il: 15 09 2012, 08:34:50 »
Interessante e chiaro [ok]
A piedi cammino... in macchina viaggio... in moto sogno!!!
Felice di essere un Motociclista!

Offline piervi

  • 50ino
  • *
  • Post: 47
  • Età: 34
  • Castel Gandolfo (RM)
  • Sesso: Maschio
    • SlowShow.org
  • Moto: Hornet ABS 2007

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #7 il: 15 09 2012, 14:26:23 »
Finalmente un po' di chiarezza! Da stampare e appendere al muro :clap:
Grazie, prof :up:
Ma l'asfalto è più soffice per chi va in scooter?

Offline ghostchild

  • Moto 2
  • ***
  • Post: 728
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet 600 Black '08

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #8 il: 15 09 2012, 15:43:57 »
Grazie Prof! tutto molto chiaro  :up:

Purtroppo continuo a restare dubbioso sul fatto di poter girare tranquilli per strada con un terminale aftermarket omologato, vedi per esempio i dubbi esposti da batmichy.... troppi cavilli e appigli per la FdO per multarci a piacimento.... e poi vorrei vedere a tirar fuori la videocamera... ho come l'impressione che ci si imbarchi in brutte e tortuose avventure "pseudo-legali"...  :mmm:

E sinceramente, di questi tempi poi, rischiare da €398,00 a €1.596,00, ritiro della carta di circolazione, revisione straordinaria obbligatoria (con obbligo di ripristino di componenti omologati e dotati di regolare documentazione).... non me la sento proprio!
 :lamps7:

Offline batmichy

  • 50 ino
  • *
  • Post: 184
  • Età: 34
  • Como
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Honda CB 600F Hornet 2008

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #9 il: 15 09 2012, 16:05:08 »
Grazie Prof! tutto molto chiaro  :up:

Purtroppo continuo a restare dubbioso sul fatto di poter girare tranquilli per strada con un terminale aftermarket omologato, vedi per esempio i dubbi esposti da batmichy.... troppi cavilli e appigli per la FdO per multarci a piacimento.... e poi vorrei vedere a tirar fuori la videocamera... ho come l'impressione che ci si imbarchi in brutte e tortuose avventure "pseudo-legali"...  :mmm:

E sinceramente, di questi tempi poi, rischiare da €398,00 a €1.596,00, ritiro della carta di circolazione, revisione straordinaria obbligatoria (con obbligo di ripristino di componenti omologati e dotati di regolare documentazione).... non me la sento proprio!
 :lamps7:

Verissimo, con i tempi che corrono meglio evitare le multe!
Il problema vero è che la burocrazia è proprio un cancro. Va bene che serve per far rispettare meglio le leggi, ma non può sempre diventare un problema perchè le stesse leggi sono scritte male, male interpretabili pure da chi ne fa il proprio lavoro. Pare che ti lascino quello spiraglio per farti fare qualcosa che sembra essere lecito e legale, e invece poi ti aspettano proprio al varco per  :spank:

In Svizzera fanno tutte le modifiche di questo mondo, basta che chiedono il collaudo. Semplicissimo, vanno con documentazione ecc e fanno i test, riportando tutto nella legalità scrivendo sulla carta di circolazione.
In Italia è impensabile, ma non dico per le cose davvero serie tipo telaio, prototipi ecc, ma per un banale terminale aftermarket (peraltro già OMOLOGATO in Europa). Se hai avuto la malaugurata sfortuna di cadere e rovinare l'originale, anche solo per spendere la metà ti compri quello aftermarket. E lo fai con la volontà di rispettare la legge, informandoti e pretendendo l'omologazione... che c'è, ma che non viene considerata. Come per dire, prendiamo lo scarico omologato, e ce lo portiamo in giro a braccetto, come animale da compagnia. Ci fischi dentro ogni tanto (senza superare il limite dei dB attenzione!), così è omologato e non sei fuori legge. Ma non montarlo sulla moto mi raccomando! Anche se è la moto per cui è stato certificato... se no sei un delinquente. Ma dai.

Vai in motorizzazione a chiedere di fare il collaudo e nemmeno sanno o vogliono fare, ti richiedono documenti improponibili (perizie di ingegneri, nulla osta delle case tipo Honda, che ovviamente non ti rilasciano). Ma se è già stato omologato mi chiedo io, quei documenti li avranno già forniti no?!?! Se c'è un regolare certificato del ministero dei trasporti, cosa mi chiedi la perizia? Allora non è valida quella di prima? O vuoi solo istigarmi a circolare nell'illegalità, presunta tale peraltro. Più che essere onesti e fare di tutto per mettersi a norma...
Ancora dopo mesi non ho trovato una soluzione per poter circolare in Svizzera insomma, perchè richiedono l'omologa sulla carta di circolazione. Ti prendono anche in giro: "Qui da noi in Isvizzera basta fare il collaudo! Da voi 'taglian non si può fare?" Ma vai va....   :dash:

Offline Saponetta

  • Moto 2
  • ***
  • Post: 734
  • Età: 34
  • Bernezzo (CN)
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet 2005
  • Zavorrino/a: Erika

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #10 il: 17 09 2012, 14:10:18 »
M' inchino !!!!!!!!!!!!!!!
UN grazie di cuore Prof, perchè c'è troppo campanilismo e c'era davvero bisogno di chiarezza sopratutto in caso di controllo da parte delle FDO uno deve sapere come comportarsi a sua volta e a far valere le proprie ragioni in modo civile.
A+++++ !!!
Se la curva si fà stretta, metti giù la saponetta !!

Offline TEX71

  • 50 ino
  • *
  • Post: 103
  • Età: 47
  • Cremona
  • Sesso: Maschio
  • Moto: honda hornet MY2004

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #11 il: 18 09 2012, 22:22:54 »
Buonasera prof , una domanda anzi due :allora honda nel 2005 se non ricordo male  ha messo in vendita hornet con il kit dpm dove presente il terminale blast senza catalizzatore ebbene queste hornet sono illegali ? ed io quindi con il suddetto terminale su hornet my 2004 con documentazione di omologa in fotocopia rilasciatami da depretto sono a rischio di revisione e multa annessa ? :-(  grazie per l'attenzione saluti...
Andare forte in rettilineo son bravi tutti , andare forte in piega roba per pochi per tutto il resto c'è mastercard

Offline prof

  • Moderatore globale
  • SBK
  • *****
  • Post: 9048
  • Roma!

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #12 il: 19 09 2012, 11:05:40 »
esattamente.
se il terminale blast non ha catalizzatore è euro0.
se la tua hornet è MY04 dovrebbe essere euro1.
capisci da solo che non sei a norma e a rischio art. 78.

infatti la DPM metteva in vendita il kit affermando (con scritta microscopica) non per uso stradale


Offline TEX71

  • 50 ino
  • *
  • Post: 103
  • Età: 47
  • Cremona
  • Sesso: Maschio
  • Moto: honda hornet MY2004

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #13 il: 19 09 2012, 15:08:02 »
ciao prof la mia è gia' euro2 immaginavo andasse cosi' aspettavo solo una conferma  :uRlo:  :-( , allora se mi fermano possono fottermi come vogliono in pratica divento la cicciolina della situazione con la differenza che a lei piace  :fru: mentre a me  :spank: ...scappatoie da tirar fuori davanti alle fdo non ci sono ?  :hElp: a parte quella di rimanere calmi ed accondiscere a tutto  :parDon: ... comunque all'epoca dell'uscita di hornet con tale kit e pubblicizzata perfino in tv bisognava fare una bella denuncia alla honda che ha permesso tutto questo , lei alla fine ci ha guadagnato mentre noi poveri appassionati ci siamo fatti abbagliare da cosi' tanta bellezza  :devild: almeno  parlo per me , scusa lo sfogo e grazie ancora per le preziose info ... ciauz  PS speriamo che non mi fott..no fermino

Offline prof

  • Moderatore globale
  • SBK
  • *****
  • Post: 9048
  • Roma!

  • I miei Album:
  • I miei album
Re:Scarichi aftermarket: regolamentazione.
« Risposta #14 il: 19 09 2012, 15:37:25 »
magari comincia a piacere pure a te  :bastard:

il consiglio è quello, in caso di controllo, di calma e ragionevolezza: ammetti la tua ignoranza, chiedi venia e clemenza.  ;-)

spesso funziona.


Share via delicious Share via digg Share via facebook Share via furl Share via linkedin Share via myspace Share via reddit Share via stumble Share via technorati Share via twitter

xx
Catalizzatore negli scarichi aftermarket

Aperto da valuka

5 Risposte
1993 Visite
Ultimo post 02 04 2011, 10:07:06
da valuka
xx
Un paio di video riferiti a portarga e scarichi aftermarket!!!

Aperto da slash2806

6 Risposte
1722 Visite
Ultimo post 11 06 2011, 09:44:07
da prof
xx
regolamentazione autovelox

Aperto da prof

44 Risposte
17373 Visite
Ultimo post 01 10 2013, 21:31:20
da wildinnocent
xx
Regolamentazione sequestro ai fini della confisca per stato d'ebbrezza

Aperto da gigio

5 Risposte
3931 Visite
Ultimo post 07 10 2009, 00:05:36
da supertrex