Autore Topic: Proposta di legge: sì al reato di omicidio stradale... che ne pensate?  (Letto 19964 volte)

Offline prof

  • Moderatore globale
  • SBK
  • *****
  • Post: 9052
  • Roma!
Mi interessa sapere l'opinione del forum (che sarà espressa col garbo che ci contraddistingue  :LoL: ) su questa cosa:

Firenze studia una legge
per il reato di «omicidio stradale»

La stanno elaborando l’associazione Lorenzo Guarnieri, fondata dai genitori del 17enne ucciso da uno scooter, insieme al Comune di Firenze.

FIRENZE - Un piano in cinque punti, per elaborare una strategia efficace nel ridurre gli incidenti stradali a Firenze. Obiettivo concreto, «salvare almeno 58 vite nei prossimi 10 anni»: questo il fine del progetto David, curato dall’associazione «Lorenzo Guarnieri», fondata dai genitori del diciassettenne ucciso la notte dello scorso primo giugno alle Cascine a Firenze, da uno scooter guidato da un uomo risultato positivo ad alcool e droga. Il progetto è appoggiato dal Comune di Firenze.

Tra i primi elementi del piano, una proposta di legge popolare per definire il reato specifico di omicidio stradale. «Se una persona ubriaca o drogata si mette alla guida e uccide qualcuno è ingiusto che si possa far finta di nulla - ha detto il sindaco Renzi - e che possa tornare a casa come se non fosse accaduto niente: per questo bisogna far sì che il reato previsto dal codice per questi casi sia aggravato». «Sono pronto a chiedere un incontro con il presidente dell’Anci perchè si discuta di questo - ha aggiunto - è una grande scommessa sociale, civile ed anche economica: per gli incidenti stradali si spende ogni anno più di 20 miliardi». Guarnieri ha spiegato che il reato di omicidio stradale è già presente in altri Paesi e che l’ associazione sta scrivendo il testo della proposta di legge popolare che definisca questo reato«. Terminata questa fase «partirà la raccolta di 50.000 firme».

Il piano prevede poi l’analisi dei dati per delineare il profilo del fenomeno incidenti stradali a Firenze ed individuarne le maggiori cause, con metodologie messe a disposizione da McKinsey, tra le maggiori società di consulenza strategica a livello mondiale. Su questa base, è stato spiegato, verrà stilata una road map di interventi di prevenzione che vanno dall’adozione di misure per la messe in sicurezza delle strade più a rischio fino alle campagne pubblicitarie nelle scuole. All’elaborazione dello studio parteciperanno professionisti di McKinsey, tecnici del Comune e della facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze: il format finale del progetto sarà consegnato all’amministrazione comunale a giugno.

David (acronimo di Dati e analisi; Aderenza alle regole; vita ed Educazione; Ingegneria; Dopo la violenza), è stato presentato in Palazzo Vecchio dal vicepresidente dell’associazione e padre di Lorenzo, Stefano Guarnieri, e dal sindaco Matteo Renzi. «Abbiamo scelto l’acronimo D.A.V.I.D. perchè pensiamo che una piccola pietra possa riuscire ad abbattere un grande problema che è quello della pericolosità sulle strade: ogni anno 5.000 persone muoiono in Italia, soprattutto giovani» ha commentato Guarnieri. Per Renzi «il metodo di lavoro utilizzato dal piano per affrontare la drammatica questione degli incidenti stradali è innovativo: per la prima volta in Italia si cerca di combattere questo problema con un sistema così strutturato». All’incontro ha preso parte anche la madre di Lorenzo, e presidente dell’associazione, Stefania Guarnieri.

«Raccolgo la sfida di Matteo Renzi sull’introduzione del reato di omicidio stradale in alcuni gravi casi». Lo dichiara il Presidente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati e Responsabile vicario Enti Locali del PdL Mario Valducci commentando la proposta del sindaco di Firenze. «La settimana scorsa la Polizia Stradale ha confermato, dati alla mano, che le modifiche al codice della strada introdotte nel luglio scorso stanno dando ottimi risultati nella riduzione degli incidenti e delle vittime. Ora c’è bisogno di una nuova scossa e la proposta di Renzi può rappresentare il nuovo fronte della sicurezza stradale. Sono pronto - conclude Valducci - a presentare in maniera bipartisan la proposta in Commissione Trasporti alla Camera».



Linkback: http://www.hornet.it/b8_aspetti-legali-c-d-s/t26663_seo/
“The fact remains that getting people right is not what living is all about anyway. It's getting them wrong that is living, getting them wrong and wrong and wrong and then, on careful reconsideration, getting them wrong again. That's how we know we're alive: we're wrong.”

Offline gigio

  • Moderatore
  • SBK
  • *****
  • Post: 4851
  • Età: 42
  • Sestri Levante (GE)
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet k8
  • Zavorrino/a: Stefania
Io sono il primo che se deve guidare non beve, però ritengo che possa esserci un leggero conflitto nel istituire una legge simile.
Infatti, la guida in stato di ebbrezza è reato in quanto chi sia in tale condizioni, ha alterate capacità psicofisiche ed, in certe situazioni limite (non però identificabili oggettivamente) risulta a tutti gli effetti incapace di intendere e di volere.
Generalmente l'incapacità di intendere e di volere, anche temporanea, è motivo di attenuante in caso di procedimenti penali, quindi si avrebbe un opporsi di interpretazioni, per cui a parità di condizione, si incorrerebbero in due opposte posizioni giuridiche.
A quel punto si dovrebbe scegliere se considerare generalmente un'aggravante l'incapacità di intendere e di volere o se considerarla un'attenuante.
All'opposto, se non si applicasse l'incapacità di intendere e di volere alla guida in stato di ebbrezza, allora si potrebbe intendere implicitamente che l'abuso di alcol non altera la percezione, da cui verrebbe meno la logica del divieto di guidare.
Lo so... sono contorto...
Compito in classe di scrittura creativa. La maestra dice: "voglio che il vostro tema tratti dei 3 valori fondamentali della vita: religione, nobiltà e famiglia. Il tutto condito da un po' di suspance..."
SVOLGIMENTO:
"Mio Dio! - disse la Contessa- Sono incinta!....e non so di chi...!!!"

Offline gfreeman86

  • 50 ino
  • *
  • Post: 226
  • Biella
  • Sesso: Maschio
  • ##@>> Max <<@##
  • Moto: Honda Hornet CB600F4 my2004
  • Zavorrino/a: Ghianda
Pienamente daccordo. A patto che si inizi ad effettuare controlli decenti e a depenalizzare il consumo delle droghe leggere.

Perchè la legge italiana odierna, non prevendendo il consumo legale di tali sostanze, considera qualunque traccia di esse (mi riferisco ovviamente alla più consumata, la marijuana) nel sangue come "sotto l'effetto di" .

Mi sembra giusto che una persona alla guida strafatta possa essere perseguita in tal senso.
Non mi sembra giusto che in tal modo sia perseguito chi si è fumato una cannetta (innocua e per di più legale in qualche paese ancora civile) 7 giorni fa.

Bisogna stabilire dei tassi e dei limiti, come per l'alcool, altrimenti è la solita criminalizzazione del cittadino.

Detto questo, che ritengo un ragionamento CIVILE, ribadisco che per essere noi per primi CIVILI, alla guida dobbiamo sempre essere lucidi al 101%.

p.s.: mi piacerebbe sentire l'opinione un po' di tutti, dato che gli utenti di questa splendida community sono molto variegati  :up:

 :lamp1:
Quando vedrò un video dove 5 T-MAX passeggiano in curva e da dietro spunta una R1 tutta agitata per superarli, allora butto la mia e passo al divano con le ruote... in fondo lo scoterista in piega è un pò come un bambino nel giorno del suo compleanno, vuole solo un pò di attenzione.

Offline Gips75

  • Moto 3
  • **
  • Post: 576
  • Età: 49
  • Torino ( provincia )
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Gilera rx Arizona 125,Gilera Nordwest 600,Hornet 600 ( 2000 )
  • Zavorrino/a: Ernestina ( Gery )
Anch'io sono daccordo!
Concordo anche sul fatto di stabilire dei tassi e dei limiti minimi come per l'alcol come detto da gfreeman.

Per quanto riguarda il discorso di Gigio,lo trovo chiaro ma credo che in questo caso il concetto di incapacità d'intendere e volere anche momentanea dovrebbe non essere presa in considearzione come attenuante,sia per l'alcol così per le droghe,perchè dal momento in cui uno sa di superare di molto i limiti " consentiti ",e penso che la stragrande maggioranza delle persone che bevono parecchio e poi si mettono alla guida,se ne rendano conto di non essere in grado di farlo,sanno di essere dei potenziali pericoli per se stessi e soprattutto per gli altri.
Io anzi la metterei come aggravante !
Si dice che la legge non ammette ignoranza,quindi il troppo bere come il drogarsi con droghe pesanti ormai è risaputo quali effetti porti !
Ovviamente la miglior cosa,se ci dobbiamo mettere alla guida,è non bere e non usare droghe di nessun genere!

Offline gigio

  • Moderatore
  • SBK
  • *****
  • Post: 4851
  • Età: 42
  • Sestri Levante (GE)
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet k8
  • Zavorrino/a: Stefania
Posso capire che la logica faccia raggiungere la conclusione che il mio discorso sia un po' estremo, ma proprio il fatto che lo stesso tasso alcolico non sia prevedibile, ma solo riscontrabile a posteriori (infatti in soggetti diversi l'assimilazione dell'alcol è diversa e non esiste una tabella che garantisca con certezza assoluta che l'ingestione di una quantità x di alcol porti ad un valore x nel sangue) rende difficile stabilire la soglia di capacità od incapacità di intendere e di volere.
Io stesso ho partecipato a feste in cui sono arrivato alla totale incoscienza delle mie azioni e per fortuna mi trovavo in tenda sui prati od in posti in cui mi recavo a piedi. Ma se invece di fare assurdità dove le ho fatte, avessi preso una macchina e mi fossi messo alla guida? Sarei stato capace di intendere e di volere?
Tu potrai rispondermi che in tale stato ci si riduce solo con tassi decisamente alti, ma allora si arriverebbe che per avere uno sgravio della propra posizione penale, bisognerebbe eccedere ulteriormente in ciò che ha causato il reato stesso.

EDIT:
tanto per chiarire la mia posizione, ne parlavo giusto questa sera in casa dell'argomento. L'unico limite sensato è quello di 0 g/litro. Se bevo o anche solo mangio un cioccolatino al rum, non guido!

Offline prof

  • Moderatore globale
  • SBK
  • *****
  • Post: 9052
  • Roma!
Sono d'accordo con Gfreeman; anche se non so come si possa procedere per la depenalizzazione per le droghe leggere, e quindi;

credo che ormai il senso comune abbia consolidato nella gente la consapevolezza che abusare di alcolici prima di guidare possa condurre ad eventi tragici; cioè, chi beve, sa che può causare incidenti stradali anche mortali; quindi non sono d'accordo con gigio (cioè con la norma giuridica!) quando scrive che l'incapacità di intendere e di volere alla guida in stato di ebbrezza è un'attenuante.

La norma sociale, spesso precedente temporalmente la norma giuridica, ha evidenziato appunto che è ormai diffusa la consapevolezza che bere prima di guidare può facilmente condurre a fare del male a qualcuno. Diffusa non vuol dire che sia ovunque; ma un sacco di norme sono diffuse a macchia di leopardo.

io sono convinto che riciclare la spazzatura sia un bene e sia un dovere. Il mio vicino pensa l'opposto. E allora?
Secondo me la consapevolezza diffusa dovrebbe portare a considerare un'aggravante la guida in stato di ebbrezza; non ad un'attenuante.

Offline gigio

  • Moderatore
  • SBK
  • *****
  • Post: 4851
  • Età: 42
  • Sestri Levante (GE)
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet k8
  • Zavorrino/a: Stefania
Prof in parte hai ragione, ma in parte non hai capito il mio discorso.
Perchè è vero che l'opinione comune può precedere la legge e che è ormai diffusa la giusta opinione che bere prima di guidare può ingenerare gravi conseguenze.
Però se parzialmente è concesso bere prima di guidare (entro un certo limite), in giudizio una persona potrebbe sostenere che in quella occasione, per una particolare concomitanza di stati psicofisici, la dose ammessa per la guida abbia comunque abbassato la capacità di giudizio.
Con quello che si sente in giro, di sentenze agli opposti a parità di situazione, nulla mi ferma nel credere che con un buon avvocato, questa tesi sarebbe sostenibile e potenzialmente vincente.
Da cui l'opinione che prima di poter redigere una tale legge è necessario porre a zero il limite.
Così il solo fatto di essere uscito alla guida di un mezzo e di aver deciso (da sobrio) di bere, potrebbe portare all'applicazione di tale reato.

Offline Gips75

  • Moto 3
  • **
  • Post: 576
  • Età: 49
  • Torino ( provincia )
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Gilera rx Arizona 125,Gilera Nordwest 600,Hornet 600 ( 2000 )
  • Zavorrino/a: Ernestina ( Gery )
E' vero che ognuno assimila in maniera diversa alcol e droga,quindi se io bevo tot e son nei limiti,può esser che tu bevendo lo stesso quantitativo sia fuori dai limiti ma penso che come hai detto tu per esser incapace d'intendere e volere devi aver davvero abusato di alcol o droga e prima di esser incoscente eri coscente del fatto che continuando avresti perso il controllo e le capacità di fare qualsiasi cosa !
Penso che tutti abbiamo esagerato qualche volta, arrivando ad essere incoscenti,però se l'abbiam fatto penso e spero che eravamo coscienti a priori che non ci saremmo messi alla guida o che qualcun'altro ci avrebbe portato a casa !
A me personalmente è capitato anni fa di ubriacarmi in discoteca,ad una festa della palestra,e dei miei amici mi han riportato a casa con la mia macchina.
Io non ce l'avrei fatta a guidare per tornare a casa e infatti mi han trovato in macchina che dormivo!  :haha:  Che figura di m.... :dash:
 

Offline gigio

  • Moderatore
  • SBK
  • *****
  • Post: 4851
  • Età: 42
  • Sestri Levante (GE)
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet k8
  • Zavorrino/a: Stefania
penso che come hai detto tu per esser incapace d'intendere e volere devi aver davvero abusato di alcol o droga e prima di esser incoscente eri coscente del fatto che continuando avresti perso il controllo e le capacità di fare qualsiasi cosa

mi ripeto... la logica ed il buon senso dicono questo. Ma io voglio vedere l'argomento sotto l'aspetto legale. In Italia tutto si basa sui cavilli e sulle interpretazioni. Non bisogna, quindi, dar adito ad alcun appiglio!

Offline prof

  • Moderatore globale
  • SBK
  • *****
  • Post: 9052
  • Roma!
Gigio, avevo capito così bene il tuo discorso che ne ho voluto fare uno all'estremo opposto, proprio non considerando SOLO la norma giuridica; ma valutando SOLO quella morale.

E' chiaro che hai ragione da vendere, e che il tuo discorso non fa una grinza. Se il limite non sarà portato a zero, e quindi non ci sarà una soglia certa per l'applicabilità della legge, questa sarebbe troppo aleatoria per essere applicata. Correttissimo, specie in Italia.

Ma che ormai sia obsoleto considerare un'attenuante la guida in stato di ebbrezza, sarai d'accordo, è altrettanto chiaro.

Considerarla tale è insultante per chi ci perde qualche pezzo, se non la vita intera.

Offline gigio

  • Moderatore
  • SBK
  • *****
  • Post: 4851
  • Età: 42
  • Sestri Levante (GE)
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet k8
  • Zavorrino/a: Stefania
Ma infatti io non la considero tale. Se ho dato adito a tale idea, la smentisco esplicitamente.
Tu però hai chiesto di esprimere il nostro giudizio sulla legge in oggetto e su di essa il mio dubbio "giuridico" rimane.

Offline Gips75

  • Moto 3
  • **
  • Post: 576
  • Età: 49
  • Torino ( provincia )
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Gilera rx Arizona 125,Gilera Nordwest 600,Hornet 600 ( 2000 )
  • Zavorrino/a: Ernestina ( Gery )
Forse l'unica soluzione è proprio quella che hai detto tu Gigio...mettere i limiti a zero!
E' vero è drastica come decisione ma sono altrettanto drastici i numeri delle vittime sulle strade per abuso di alcol e droga !

Offline gigio

  • Moderatore
  • SBK
  • *****
  • Post: 4851
  • Età: 42
  • Sestri Levante (GE)
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet k8
  • Zavorrino/a: Stefania
Nemmeno tanto drastica... non muore nessuno se uno non beve una sera.
Poi basta abituarsi alla pratica del "guidatore designato" ed ecco che il problema delle serate è risolto.
Io lo faccio già, con la mia ragazza. Se voglio bere guida lei.

Offline prof

  • Moderatore globale
  • SBK
  • *****
  • Post: 9052
  • Roma!
E soprattutto MENA lei!!!!!!!!!!!!! :LoL: :LoL:

non hai dato adito a nulla, al massimo ALITO... analcolico... mi ricordo in Tirolo, tranquillo; so come la pensi. Io parlavo di quelli che, in genere, dicono " Eh, ma un paio di bicchieri prima di guidare, cosa vuoi che siano?..."

Offline Kignano

  • MotoGP
  • ****
  • Post: 1097
  • Età: 51
  • Sambuceto (Chieti)
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet
  • Zavorrino/a: My wife
Condivido pienamente con la proposta avanzata, anni fa un'amico e collega di vecchia data ha perso un figlio per colpa di un ubriaco, è stata una vera tragedia.

Ma a prescindere da questo condivido, perchè ritengo che ai gironi nostri si sia perso il senso civico della guida e dell'educazione sulle nostre strade. Tuttavia ritengo che fino a quando ci si ostina a fare leggi con limiti e balzelli vari la cui interpretazione finale viene strumentalizzata per fare "cassa" troppo spesso alle spalle della povera gente, il nostro paese non crescerà.

Personalmente ritengo inutile il giochetto della patente a punti, chi commette reati gravi andrebbe punito con la perdita a vita della patente, secondo me se si guida con lo spettro di poter perdere la patente, ci si inizierebbe a comportare un po meglio sulle strade.

Del resto lo facciamo quando vediamo un cartello dell'autovelox, davanti ad un cartello con il bel pupazzetto con la paletta disegnato vediamo inchiodare anche il più tamarro del villaggio, segno che il timore della fotina da 200 euro in su che ti arriva a casa con tanto di dedica fa ancora presa.

Per questo motivo penso che per questo genere di reati non vanno applicate sanzioni amministrative perchè noi italiani ci lamentiamo sempre ma poi mettiamo mano al portafoglio (anche se non abbiamo i soldi per il pane) e tutto si aggiusta.

La mia è una riflessione a voce alta prendendo spunto dall'argomento del POST, spero di non essere frainteso...

 :ciao:  :ciao:  :ciao:
UN GIORNO LA PAURA BUSSO ALLA PORTA!, IL CORAGGIO ANDO' AD APRIRE E NON TROVO NESSUNO! (Wolfgang Goethe)


xx
Liguria - Questo per me è tentato omicidio

Aperto da gigio

20 Risposte
5729 Visite
Ultimo post 16 03 2009, 18:19:58
da andrew
exclamation
Ora in America fare sesso con i cadaveri e reato!

Aperto da Luc@

13 Risposte
3743 Visite
Ultimo post 16 07 2008, 22:31:32
da hurricane
xx
Consiglio su incidente stradale

Aperto da marchissimo

23 Risposte
8178 Visite
Ultimo post 29 11 2012, 23:53:50
da dragurt
xx
Migliore gomma stradale

Aperto da wrc71

12 Risposte
4346 Visite
Ultimo post 29 01 2013, 12:19:39
da marcod1098