Autore Topic: Usura...solo questione di kilometri?  (Letto 39243 volte)

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Usura...solo questione di kilometri?
« il: 24 05 2009, 17:12:23 »
  • Publish
  • Ciao a tutti,
    ormai siamo lanciati verso un trattato di argomenti tutti pertinenti che riguardano i motori.
    In generale parliamo di pillole di officina dal punto di vista di lanciare argomenti sintetici, visti da un altro punto di vista (scusate  il doppio termine cacofonico) ci siamo avventurati a trattare l’olio del motore, molti avranno condiviso gli argomenti, molti non avranno avuto la pazienza di leggere tutto, a volte e capita anche a me, è la fretta e quindi  la mente  corre proprio come l’Hornet….
    Si è adoperato un linguaggio veloce, privo di terminologie elaborate sia come lingua italiana che come tecnica, se vogliamo e se me lo concedete,un linguaggio “in diretta” del pensiero e della mia esperienza.

    Però questo di cui parliamo ora è un argomento che in calce a quello dell’olio esprime un fattore, anzi un concetto basilare per la vita di un motore.
    Il confronto esce bene con un paragone di motori per auto, ma alla fine è estendibile a tutti i motori.

    E partiamo dai soliti confronti dello stesso motore ma di due persone “diverse” per abitudini e che vivono in posti diversi. Due gemelli  (Paolo e Francesco)

    USURA DEL MOTORE....MA é solo  QUESTIONE DI KM!
    Allora , Paolo e Francesco, abitano rispettivamente : a : ROMA (Paolo) e a VASTO (Francesco)
    Tutti e due hanno (ovviamente) 30 anni, tutti e due sono impiegati, tutti e due hanno acquistato una AUDI A3 il 2 gennaio 2006
    E’ passato il tempo, il 2 gennaio 2009, dopo tre anni i due fratelli gemelli decidono la rivendita delle 2 auto, gemelle anche loro, nere, stesso allestimento,perfette.
    Km percorsi : quella di Paolo (il romano) 70.000 km
    Km percorsi per quella di Francesco (Vasto), 80.000 km.

    L’acquirente numero 1 e …ahimè  unico,, corre dai fratelli e subito compra quella di PAOLO, è la più fresca, dice,…. paga e se ne và.
    Francesco rimane senza acquirente…c’era un solo acquirente e si preso la macchina meno kilometrata…quella del fratello

    Ma ha fatto bene?
    Facciamo due conti…sì, bisogna farli.
    I calcoli sono puramente indicativi per esprimere il concetto, valutate voi le distanze reali  ed i viaggi reali, basta il concetto

    USO QUOTIDIANO DELL’AUTO DI PAOLO: :-(
    Bene, Paolo vive sulla Casilina e tutti i giorni va a Porta Pia pèrchè lavora qui in un ufficio Statale.
    Sono 7 km (credo, a memoria) ma lui la mattina parte alle 07:00 ed arriva alle 08:00 in ufficio; in sostanza egli fa un utilizzo anomalo del motore, vale a dire che se fa 7 km in un’ora, ingorghi, semafori, traffico, metropoli romana….per la somma delle somme e dei prodotti…. mediamente in 10 ore  fa 70 km, quindi in 100 ore ne fa 700, in  1000 ore ne fa 7000, in 10.000 ore ne fa 70.000
    Imprimete questo calcolo: 70.000 km pari a 10.000 ore di utilizzo del motore.

    USO QUOTIDIANO DELL’AUTO DI FRANCESCO: ;-)
    Da Vasto lui tutti i giorni và a Termoli, fa 40 km in mezz’ora ; vale a dire 80 km in un ora, vale a dire 800 km in 10 ore, vale a dire 8.000 km in 100 ore vale a dire 80.000 km in 1000 ore…STOOOPPPP!
    Vedete…fateci caso FRANCESCO già qui con meno utilizzo del motore…cioè con  molte meno ore di LAVORO DEL MOTORE ha fatto 80.000 km mentre Paolo era a 70.000 km con 10.000 ore di lavoro…occhio parliamo di  un botto di utilizzo eclatante in termini di diversità di ore...…..una cifra…!

    Esagerando nel discorso sintetizziamo :

    Paolo: 70.000 km  e 10.000 ore di lavoro e sfruttamento del motore;
    Francesco : 80.000 km e solo 1.000 ore di sfruttamento del motore!!!!!!


    Ammesso e non concesso che le date coincidono, a parità di anzianità dell’auto, abbiamo visto che il compratore, l’unico acquirente ha preferito l’auto di PAOLO.

    Ironia del caso….ha preso la macchina più usurata….quella dei 70.000 km aveva il motore più usurato di quella da 80.000!!!!!!!!

    E’ sì….l’immaginario collettivo e popolare conosce e riconosce la percorrenza kilometrica come l’indice di anzianità o di stato di salute di un motore, ma la verità è diversa…ragazzi è così si misura in ore/lavoro la vita dei motori, ma provate ad immaginare di cambiare tutti i cruscotti delle auto…le persone che si muovono in …Vado a Napoli…sono 1,5 ore di motore ed arrivo?
    Improbabile, lo so!
    Ma noi dobbiamo essere appassionati e tecnici, sfatare i concetti del tipo :
    Sai ho preso questa macchina, era di un anziano che la usava in città solo per prendere la pensione e poi per andare dalla figlia…ci fa bene pensarlo per autoconvincerci, ma il motore è un altra cosa

    Il motore, per tutti quei concetti che sono emersi sulla PILLOLA dell’OLIO è una macchina che si usura per attrito, nell’utilizzo a caldo ma i veri colpi “di usura” per capirci “le accettate” se le piglia a freddo.
    In città in tutti i vari “stop and go -freddo-caldo-freddo-caldo” piglia botte, ahivoglia che piglia botte.

    ALTRO ESEMPIO :
    PAOLO va sulla costiera amalfitana e rimane incolonnato per 3 ore al minimo dei giri; farà 100 km in 3 ore…ma solo 100km
    FRANCESCO invece in autostrada da Vasto arriva a Bari ed avrà fatto 200 km in un’ora e mezza!
    A fine della giornata i due fratelli su sentono e Francesco dirà: Mizzica quanti km faccio al giorno pensando di avere un motore che si stà consumando più di quello del fratello, senza sapere che  Paolo avrà fatto nello stesso giorno, meno km ma più uso del motore.
    Stesso concetto di sopra ma sotto un altro punto di vista; cioè spesso l’auto di un rappresentante di commercio, che ha 100.000 km ma se fatti con una messa in moto e poi 500 km consecutivi, quindi ad olio caldo e motore caldo, è meno usurata di una di 50.000 km fatti tra Città ed incolonnamenti.

    Per capirci i 30.000 km di un taxi di Roma o Milano, equivalgono a  migliaia di ore di “pari uso di un motore” in autostrada.

    Questo è un concetto che molti immaginano, ma pochi hanno chiaro nella mente; anche quella dell’olio è una pillola rinfrescante….

    Morale della favola….in ogni cosa che riguarda i motori, non bisogna ragionare per luoghi comuni.

    Altra morale: :fru:
    Un motore è una macchina che compie a capitolato : (ipotesi) UN MILARDO  o DIECI MILIARDI, o CENTO MILIARDI di cicli e idem giri (motore)
    Ovviamente prima te li finisci e prima ti sei finito il motore…non ha un tempo..non ha una scadenza…è un meccanismo  soggetto ad usura quindi ad utilizzo.
    Per assurdo compri una moto, non ci fai  manco un km ma la metti in moto nel box, tutti i giorni per 10 ore al giorno alla fine avrai fatto 0 km ma il motore dopo tre anni è da rifare! Sìììì a zero km!
    Sai quanti mettono in moto…e spengono….e quante volte lo fanno!....sììì lo facevo pure io per il sound!


    ECCO la chicca! :pianz:  :pianz:
    Consumo dell’olio (e consumo della benzina)!
    Secondo voi adesso, l’olio si consuma a giri, ore,o kilometri !!!
    Bravi, l’olio si consuma in base all’utilizzo del motore, anzi in città con  “ponte termico” scarso (scambio calore/raffrescamento) e non a kilometri, quindi i consumi dovete tararli con  giudizio ed interpretazione; se io con l’Hornet a Roma in 10 ore ci ho fatto 70 km e l’altro a Vasto 700, tutti e due rabboccheremo l’olio non tanto per i kilometri percorsi ma perché abbiamo utilizzato il motore per 10 ore!!
    Magari quello che ha fatto 70 km dirà: ma sto motore consuma olio!!!!!!!
    L’altro da 700 km dirà: è un consumo regolare.

     :ciao:
    Per non diffondere il panico : l'equazione km=usura, è un'equazione da valutare sempre con attenzione...in ogni circostanza pensate sempre a questo post...

    Concetti elementari, ma che rafforzano concetti basilari.
    Ciao a tutti



    Linkback: http://www.hornet.it/b53_pillole-officina/t4725_usura-questione-kilometri/
    « Ultima modifica: 24 05 2009, 20:10:12 da BigHonda »


    Calma...due ruote e una vita. Godersi la moto è un piacere. Vento, aria e libertà ma in sicurezza, tecnica e di guida.

    Offline gentleman-ico

    • Venditore Professionista
    • SBK
    • ****
    • Post: 6868
    • Età: 34
    • salerno
    • Sesso: Maschio
    • Moto: hornet "opera magna"- speed triple 1050 "illegal"
    • Zavorrino/a: puppa

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #1 il: 24 05 2009, 17:37:03 »
  • Publish
  • infatti sulle macchine da lavoro tipo carrelli elevatori o escavatori nn c'è il cruscotto che indica i km percorsi ma le ore di lavoro fatte :-)
    Chi non risparmia le sue critiche a nessun genere di uomini, dimostra di non avercela con nessun uomo, ma di detestare tutti i vizi.

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #2 il: 24 05 2009, 17:39:46 »
  • Publish
  • infatti sulle macchine da lavoro tipo carrelli elevatori o escavatori nn c'è il cruscotto che indica i km percorsi ma le ore di lavoro fatte :-)
    Bravo,
    e nei test di controllo e delibera dei motori, test dei lubrificanti, test dei consumi, si parla di consumo per ora di servizio a numero di giri costante, in incremento, coppia con freno o carico prestabilito, temperatuta,ecc,ecc.

    Mai di kilometri.
    Ciao

    Offline supertrex

    • Moderatore
    • SBK
    • *****
    • Post: 3240
    • Età: 44
    • Sesso: Maschio
    • IO NON VOTO....
    • Moto: garelli Gta,CX 125,monster 600,ss 750,Gsxr 1100, Yamaha R1 98',YZF 750 Sp,Hornet 2007, CB1000R....e tante altre

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #3 il: 24 05 2009, 20:13:07 »
  • Publish
  • esatto.....

    l'utilizzo del motore...il modo di utilizzarlo...determina la vita dello stesso...

    in queste foto per darvi un'idea del lavoro svolto da uno stantuffo....di un motore 12 cilindri a V con bancate da 48°...effettuando 3 accensioni al giorno...lavorando sempre a coppia(1000 giri)..lubrificato con semisintetico Bardhal 15W/50..



    notate,apparte un cospicuo deposito su tutti e due i raschiaoli...un "gradevole" stato di usura generale...ore effettive 45.557 :stica:



    raffronto con stesso pistone...ed uno di cilindrata minore...di cui uno nuovo..ed uno con 500 ore circa...

    ... Mi sono fatto spiegare??.....

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #4 il: 24 05 2009, 20:45:21 »
  • Publish
  • esatto.....

    l'utilizzo del motore...il modo di utilizzarlo...determina la vita dello stesso...

    in queste foto per darvi un'idea del lavoro svolto da uno stantuffo....di un motore 12 cilindri a V con bancate da 48°...effettuando 3 accensioni al giorno...lavorando sempre a coppia(1000 giri)..lubrificato con semisintetico Bardhal 15W/50..

    (Immagine nascosta. Per visualizzare clicca qui.)

    notate,apparte un cospicuo deposito su tutti e due i raschiaoli...un "gradevole" stato di usura generale...ore effettive 45.557 :stica:



    raffronto con stesso pistone...ed uno di cilindrata minore...di cui uno nuovo..ed uno con 500 ore circa...

    (Immagine nascosta. Per visualizzare clicca qui.)


    Amo queste immagini...evvai TREX...beato te

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #5 il: 24 05 2009, 22:44:31 »
  • Publish
  • esatto.....

    l'utilizzo del motore...il modo di utilizzarlo...determina la vita dello stesso...

    in queste foto per darvi un'idea del lavoro svolto da uno stantuffo....di un motore 12 cilindri a V con bancate da 48°...effettuando 3 accensioni al giorno...lavorando sempre a coppia(1000 giri)..lubrificato con semisintetico Bardhal 15W/50..

    (Immagine nascosta. Per visualizzare clicca qui.)

    notate,apparte un cospicuo deposito su tutti e due i raschiaoli...un "gradevole" stato di usura generale...ore effettive 45.557 :stica:



    raffronto con stesso pistone...ed uno di cilindrata minore...di cui uno nuovo..ed uno con 500 ore circa...

    (Immagine nascosta. Per visualizzare clicca qui.)



    E' la prima volta in vita mia che vedo uno stantuffo con due raschia-olio; sicuramente sono quelli che si trovano sopra e sotto lo spinotto della biella.
    Per mè questa è una rara offerta di approfondimento ...e mòòò devo sapere tutto sul fatto che si possono montare 2 raschia-olio, ma devo pure capire tecnicamente perchè ce ne sono 2 a distanza "notevole" (si fà per dire)...e lo spinotto la centro!
    Mi viene in mente che parliamo di giuochi eccessivi (sempre travirgolette) e scoppio "ricco", quindi questi 2 segmenti dovranno pulire meglio la canna?
    Mi vengono in mente tante cose, una rugosità canne alta, al punto tale che l'olio possa davvero andare in camera di combustione...non sò dirlo su duei piedi...ma farò le mie "indagini" e mi metterò a studiare....grazie TREX....se mi dai una dritta, ti ringrazio.

    Offline supertrex

    • Moderatore
    • SBK
    • *****
    • Post: 3240
    • Età: 44
    • Sesso: Maschio
    • IO NON VOTO....
    • Moto: garelli Gta,CX 125,monster 600,ss 750,Gsxr 1100, Yamaha R1 98',YZF 750 Sp,Hornet 2007, CB1000R....e tante altre

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #6 il: 25 05 2009, 07:51:58 »
  • Publish

  • E' la prima volta in vita mia che vedo uno stantuffo con due raschia-olio; sicuramente sono quelli che si trovano sopra e sotto lo spinotto della biella.
    Per mè questa è una rara offerta di approfondimento ...e mòòò devo sapere tutto sul fatto che si possono montare 2 raschia-olio, ma devo pure capire tecnicamente perchè ce ne sono 2 a distanza "notevole" (si fà per dire)...e lo spinotto la centro!
    Mi viene in mente che parliamo di giuochi eccessivi (sempre travirgolette) e scoppio "ricco", quindi questi 2 segmenti dovranno pulire meglio la canna?
    Mi vengono in mente tante cose, una rugosità canne alta, al punto tale che l'olio possa davvero andare in camera di combustione...non sò dirlo su duei piedi...ma farò le mie "indagini" e mi metterò a studiare....grazie TREX....se mi dai una dritta, ti ringrazio.





    che vuoi....che te lo spedisco???? :stica:  :stica: ....pesa almeno 7 kg con la biella!!!!! vero!!!! :stica: ...




    altra immagine...confermo per le canne...alta rugosità!!!! che detto da esperti del settore significa lavorazioni grossolane rispetto a lavorazioni motociclistiche

















    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #7 il: 25 05 2009, 19:52:08 »
  • Publish
  • Rugosità alta, non è solo sinonimo di lavorazione grossolana, ma può essere una vera e propria scelta tecnica fatta a "mestiere" per trattenere l'olio, in quanto sti "piccoli stantuffi" hanno un comportamento dinamico diverso rispetto a quelli di piccole misure o meglio di piccole quote.
    Innanzitutto, credo che la dilatazione termica del basamento, se questo è fatto in ghisa, è molto differente rispetto a uno stantuffo di alluminio che è logico come ragionamento, ma difficile da gestirlo per quote così grandi (parliamo di motori OVERSIZE)
    Sulle piccole quote (quindi su motori DOWNSIZE), te la cavi con i tempi abbastanza rapidi di equilibrio o stabilizzazione termica dei componenti (ne parleremo nelle pillole)...poi l'Hornet, ad esempio ha un motore "tutto allumino", quindi in qualche modo è più sottocontrollo.

    Inutile dire che : lo stantuffo (della foto) in alluminio, ha una dilatazione più rapida che le canne del cilindro ospitante, quindi vuoi perchè è a contatto col fuoco, vuoi perchè i diesel per la eccessiva compressione subito surriscaldano la camera di scoppio, vuoi per tanti altri motivi....lo stantuffo inzia ad "ingrossarsi" termicamente quanto il cilindro è ancora a temperatura di invariabilità termica, cioè...papale-papale è freddo!
    Significa che per queste quote così grandi, rischi un ingranamento, e cioè un grippaggio, perchè lo stantuffo inizia a dilatarsi e quindi a "lavorare" su pareti strette.

    Inoltre è molto facile ottenere una tolleranza  di 5 micron su un alesaggio di 62 mm e; diventa difficile avere 5 micron (si fa per dire) su una quota da 180 mmm (3 volte tanto!) Significa che i due particolari di un motore grande (canna e stantuffo ad esempio..) hanno più probabilità che le loro quote siano realizzate con una maggiore "ampiezza" di tolleranza...diciamo così!

    Purtroppo anche per diversità di comportamento di dilatazione termica dei materiali, in questo caso della ghisa (lega Ferro-Carbonio), si rischia di avere una diversità di dilatazione da freddo a caldo, proprio per peculiarità della struttura degli atomi...nel senso che la ghisa è un pò..."rompixxx" perchè il carbonio al suo interno può ,se concentrato in maniera irregolare, reagire al ponte termico..tanto da dilatarsi a "chiazze", o se preferisci a "settori", quindi le quote di funzionamento si realizzano in modo discontinuo, ovviamente parliamo di poco tempo, ma credo che sia vitale per il calcolo delle interferenze.

    PS: scusami ma come si vede è passione...nulla di più è solo questa:
    Parliamo di canne cilindro a blocchi indipendenti oppure proprio di basamenti a canne unite/integrali?
    « Ultima modifica: 25 05 2009, 20:34:02 da BigHonda »

    Offline supertrex

    • Moderatore
    • SBK
    • *****
    • Post: 3240
    • Età: 44
    • Sesso: Maschio
    • IO NON VOTO....
    • Moto: garelli Gta,CX 125,monster 600,ss 750,Gsxr 1100, Yamaha R1 98',YZF 750 Sp,Hornet 2007, CB1000R....e tante altre

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #8 il: 25 05 2009, 21:17:37 »
  • Publish

  • PS: scusami ma come si vede è passione...nulla di più è solo questa:
    Parliamo di canne cilindro a blocchi indipendenti oppure proprio di basamenti a canne unite/integrali?



    nei motori  da 18.000 ai 34.000 c.c i cilindri sono indipendenti,ognuno con un proprio "corpo"

    in quelli oltre(downsize) 54.000\58.300 ed oltre(64.000 c.c).....il basamento è unico,in ghisa,con i cilindri ricavati in esso....

    poi dipende anche dal numero dei cilindri e dalla configurazione tecnica di costruzione....ad esempio,il 12 cilindri a V da 58.300 ed oltre ha i cilindri ricavati nello stesso basamento(doppio raschiaolio)...nei V6,V8,V10 o nei 6 cilindri a sogliola...sono indipendenti....e nei V8 biturbo il discorso cambia,cilindri in lega di alluminio con alto tenore di silicio,abbastanza leggeri se paragonati ai fratelli in ghisa...

    appena mi è possibile posto foto di tutti i particolari...

    Offline mauro

    • 50ino
    • *
    • Post: 5
    • Età: 48
    • Sesso: Maschio
    • Moto: Hornet 600 2003

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #9 il: 27 05 2009, 22:18:30 »
  • Publish
  • Ciao, posso capire il concetto di ore lavoro, ma il problema che si presenta quando si acquista una moto oppure una macchina usata, l'unico modo per intuire l'usura del motore sono i km visto che su nessuna moto/macchina viene espresso in ore lavoro l'utilizzo della stessa.
    Perciò o si conosce i proprietario o si va in fiducia.
    Esempio: una moto che percorre 1000 km in strada urban, una che ne compie 1000 in autostrada e una che ne compie 1000 in pista; converrete con me che sono su tre pianeti diversi.

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #10 il: 28 05 2009, 08:56:14 »
  • Publish
  • Ciao, posso capire il concetto di ore lavoro, ma il problema che si presenta quando si acquista una moto oppure una macchina usata, l'unico modo per intuire l'usura del motore sono i km visto che su nessuna moto/macchina viene espresso in ore lavoro l'utilizzo della stessa.
    Perciò o si conosce i proprietario o si va in fiducia.
    Esempio: una moto che percorre 1000 km in strada urban, una che ne compie 1000 in autostrada e una che ne compie 1000 in pista; converrete con me che sono su tre pianeti diversi.

    Certo Mauro, sono 3 situazioni diverse, ma come dicevo alla fine del primo post :"Nò paura..nò fobìe"., ma solo consapevolezza!

    L'usato è un problema, tutti lo sappiamo, ma se conosciuto, se capito, è anche una opportunità.
    Chiaramente tutto è espresso in km effettuati e non in ore lavoro.
    IL tuo paragone sulle tre moto, di fatto apre una porta su un altro fenomeno...l'utilizzo del motore oltre il tempo dello stesso utilizzo.
    Ne parliamo poi.
    Un commento sull’usato è doveroso.
    Oggi, il mercato è più ricettivo rispetto a tanti anni fa; innanzitutto si sono specializzate organizzazioni commerciali che movimentano auto dal nord al sud, dalla Germania, dalla Francia e da ogni dove verso l’Italia, importazioni sdoganamenti, ecc…ne conosciamo tutti gli eventi.
    Poi sono presenti sul mercato auto rese da aziende di affitto (Hertz, Maggiora, Avis,ecc), auto aziendali o dirigenziali, auto reso leasing, auto rese da convenzioni,ecc.
    Una vera bailamme di situazioni diverse.
    La mia (e ripeto solo la mia) opinione:
    -   Auto rese da aziende d’affitto : sono quelle che si affittano all’aeroporto, alle stazioni, ecc e cambiano di mano in mano, spesso sono “non rispettate” dai più i quali ne fanno un uso non riguardevole del mezzo, partendo a freddo, clima a manetta, marce tirate, buche, ecc..in sostanza la sintesi di come non tratteresti mai la tua macchina ,poi passano di mano in mano, da uomini a donne ognuno col suo stile di guida o di capacità

    Auto aziendali/dirigenziali: trattasi di auto che provengono da aziende che acquistano e concedono a loro dipendenti auto di servizio o auto che in qualche modo aiutano la partita doppia dell’azienda (fatture, scarichi, carichi e compagnia bella) Tante aziende vigilino sullo stato d’uso di queste auto e nel caso ci siano danni di carrozzeria addebitano al dipendente o al funzionario i costi di riparazione, quindi in qualche modo si tratta di comportamenti un po’ più attenti, anche perché c’è un riscontro nominativo di chi ha il mezzo in affidamento

    Auto di provenienza estera (la maggior parte dalla Germania)…sono secondo me una vera e propria incognita, e bisogna sfatare che gli altri sono migliori degli Italiani, truffatori, carceri e polizia stanno pure in Germania, quindi ci stà pure la materia prima (cioè i delinquenti) e quindi associare che dalla Germania venga tutto il selezionato più selezionato del mondo…bhèèè, io avrei qualche dubbio a dirlo!

    Auto consegnate in permuta o vendute on line : se ci fai caso c’è un kilometraggio “standard” a molte che si attesta su 70.000-80.000 km  che è la soglia “DOPING” di tutto :
    Se và male…il kilometraggio lo ammetteva, se và bene il kilometraggio lo garantiva, se non hai ancora sostituito il catalizzatore, questo o quell’altro…eri nella soglia di limite…insomma una sorta di quota “vivi e lascia vivere”
    Stranamente la cinghia di distribuzione è sempre stata sostituita, perché il rivenditore “ ti vuole bene” e ti ha anticipato l’intervento….poi ti dà le gomme che non servono  niente, quindi così ha pensato alla tua (leggi sua) tasca…in buona sostanza la cinghia è stata sostituita perchè era arrivata la kilometraggio di usura
    Questi sono tre esempi molto banali di approccio, ne potremmo parlare per ore, però non dobbiamo generalizzare pensando che tutte le auto sono dei bidoni o tutte sono dei rolex….bisogna ragionarci un po e valutare, quanto possibile verificare.

    Reazione della gente:
    Per ognuno che compra un mezzo usato, c’è sempre :
    1)   Un vecchietto che l’ha usata solo in città per andare a comprare il sale
    2)   Era la seconda o terza o quarta auto di un facoltoso cristiano che aveva tanti soldi e non la usava
    3)   Era di una signora professoressa che l’aveva in garage e non la usava
    4)   L’auto era stata comprata con amore ma poi la persona si è ammalata
    5)   Era stata ferma per sequestro
    6)   La usavano solo sabato e domenica
    7)   Ecc,ecc
    Praticamente non dovremmo trovare traffico in nessuna parte del mondo…dal punto di vista (illusione) di chi compra.
    Giriamo la frittata:
    Per ognuno che compra un mezzo usato potremmo dire:
    1)   era di un bandito che sgommava ad ogni scippo a 200 all’ora!
    2)   È stata usata da più persone in 20.000 km e mai nessuno ha controllato olio, temperatura, banchine,ecc
    3)   Era di una signora ricn###ta che non sapeva manco mettere le marce
    4)   Ci facevano le gare,ecc,ecc

    Abbiamo bisogno di certezze, allora bisogna sapere chi era il primo proprietario diun mezzo, se possibile contattarlo e il venditore in buona fede ti mostra il documento originale.

    Un mezzo è parlante, nelle sue condizioni di stato d’uso e  soprattutto nella centralina.
    La centralina è la “scatola nera” di un auto, memorizza una infinità di dati che molti ignorano.
    Ad esempio la destinazione di un motore, l’allestimento del mezzo (pack optionals,ecc) e in funzionamento i km, i problemi e tantissime informazioni di funzionamento.
    Molti quando fanno il lifting ad un’auto manco sanno che la centralina và pulita!

    Però voglio ridurre la paura che l’argomento genera, in buona sostanza è un po’ come dici tu…è un po’ come sposarsi…devi conoscere la tua controparte a meno di un amore  fulminante, sapere e conoscere storia e provenienza spesso porta certezze e non sorprese.

    Ma non estremizziamo il mio ragionamento su 1000 mezzi rivenduti come usato, tutti e 1000 andranno  per strada e faranno kilometri fedelmente ma bisogna avere la consapevolezza che questi possono essere anche dei mezzi che non daranno mai problemi, ma che sono anche dei mezzi che hanno avuto un lifting per creare appeal, lifting di scarico km, di carrozzeria, di tagliandi, di tante altre cose.
    Il libretto dei tagliandi è un’altra garanzia di bontà di un’auto, ma pure qui ci sono i cloni
    Chiudo per fare dei servizi ne approfondiremo in seguito sul tipo di uso di un mezzo.
    Ciao
    « Ultima modifica: 28 05 2009, 13:16:58 da BigHonda »

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #11 il: 28 05 2009, 13:31:29 »
  • Publish
  • Pillole...e consigli...anche se il mio motto è che i consigli sono un pò come le palle..ognuno si tiene le sue.

    Non bisogna preoccuparsi più di tanto, ma bisogna avere sempre gli occhi aperti. Oggi i moderni motori, (parliamo di auto) fanno facilmente i 250 o 300 mila kilometri in maniera abbastanza serena.
    Quindi quando prendi un auto da 70.000 e 10.000 ore lavoro o prendi un auto da 80.000 km e 1000 ore lavoro, la vita residua del mezzo, copre abbondantemente tutti queste paure di non avere il motore più vergine del mondo! Ma bisogna tenere conto che un auto è fatta pure da un cambio che può avere 300 mila kilometri e rifatto (in lifting e non in officina) a 70.000. i tiranti, le sospensioni, ecc.
    Il mondo dell'usato è un mondo in cui ti ficchi come in un tunnel.
    Per mè, ad esempio,è da scartare un auto che abbia la benchè minima riverniciatura, invece c'è chi acquista auto incidentate con consapevolezza e le ripristina in maniera efficace e ne è felice.
    Per mè un auto che non ha avuto i tagliandi precisi alla giusta scadenza e l'olio giusto al tagliando, è un'auto malata, per molti invece anche se l'olio lo cambi 10.000 km dopo, è normale perchè loro diranno che è un ritrovato pubblicitario e di marketing, quell'operazione dei tagliandi, per mè un auto di un ex fumatore è un auto che è inquinata (nb...io fumo ma mai, dico mai in auto), pe altri è normale, ecc,ecc.

    Questo per dire che la differenza è anche determinata dalla SENSIBILITA', dalla NEVROSI (come la ...mia)  e dalla TECNICA, appunto che è la sintesi di un fatto costruttivo per la durata di un motore e di come hai mantenuto il mezzo....e qui c'è la differenza che vale soldini!

    Chiudo lasciando la parte NON PILLOLA dell'argomento, perchè ho il timore di farvi crescere incertezze, ma tutto sommato, in buona sostanza, è doveroso che voi facciate un reso conto anche di questi discorsi, e quanto si compra una cosa, anzi un mezzo, non bisogna annullare tutte queste considerazioni solo perchè è il mezzo che più ti attizza o che ha sfilato l'ok di mamma e papà o della moglie oppure del marito o dell'amico!

    Impulsi...tecnica...nevrosi e realtà! :mmm:
    « Ultima modifica: 28 05 2009, 13:37:36 da BigHonda »

    Offline prof

    • Moderatore globale
    • SBK
    • *****
    • Post: 9048
    • Roma!

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #12 il: 29 05 2009, 11:54:50 »
  • Publish
  • letto con estremo interesse tutto.

    MA: mi pare che negli ultimi post l'argomento si sia spostato sull'usura delle automobili e delle automobili in genere: Ad esempio quando parli della centralina come scatola nera dell'autoveicolo.

    Ricordando che questo è un sito di motociclisti, quali sono i consigli che ti senti di dare, al di là di quelli "storici" per valutare lo stato di usura di una MOTO usata?
    “The fact remains that getting people right is not what living is all about anyway. It's getting them wrong that is living, getting them wrong and wrong and wrong and then, on careful reconsideration, getting them wrong again. That's how we know we're alive: we're wrong.”

    Offline BigHonda

    • SBK
    • *****
    • Post: 1547
    • Foggia country (provincia di Foggia)
    • Sesso: Maschio
    • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
    • Moto: Tutte
    • Zavorrino/a: BigHonda

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #13 il: 29 05 2009, 13:04:59 »
  • Publish
  • letto con estremo interesse tutto.

    MA: mi pare che negli ultimi post l'argomento si sia spostato sull'usura delle automobili e delle automobili in genere: Ad esempio quando parli della centralina come scatola nera dell'autoveicolo.

    Ricordando che questo è un sito di motociclisti, quali sono i consigli che ti senti di dare, al di là di quelli "storici" per valutare lo stato di usura di una MOTO usata?
    Hai ragione e me ne sono reso conto, parlare di moto è più pertinente nel forum, visto che siamo motociclisti, però il concetto di motore è associabile a fattori semplici. Una moto non farà mai 300.000 o 400.000 km come una Mercedes, ma viene da sola la risposta....NUMERO DI GIRI..con un motore d'auto fai 120 a 3000 giri, con quella di uan moto li fai (120) a 6300 giri...e arrivi fino ai 14-18 mila giri. )velocità stantuffo,ecc)
    Siamo sempre lì, al concetto di usura/giri ed una volta consolidato,ognuno potrà fare di queste parole il suo ragionamento, ci sono mille diversità tra un motore Harley, uno Honda, uno Guzzi, dallo scooter alla naked.. una moto resiste di meno anche per il semplice fatto che parliamo di motori ad elevato numero di giri...un diesel campa di più perchè lavora  a basso numero di giri. Non è solo questo chè fà la differenza, c'entra la corsa, la compressione, le dimensioni, c'entrano tanti altri fattori, ma quello principale è questo.
    Poi credo che la maggior parte di noi abbia anche delle auto. Capire come funzionano i motori (macro elementi e macro discussioni) permette a tutti di valutare di "proprio" cosa c'è da fare e che ragionamenti fare...questo era un pò il mio scopo...se capisco un motore, al suo interno, come lubrificarlo e come manutenderlo...gli altri sono di razza diversa, ma sempre motori sono.

    ALLA fine molti mi diranno che tutto ciò che ho scritto sono delle cose ovvie, perchè tutti o molti le immaginano già così, tanti non crederanno all'esasperazione tecnica che scaturisce ad questi ragionamenti, tanti altri non vorranno crederci per perdonarsi anni di sufficienza tecnica e di cadute qualitative fatte sui loro mezzi...molti altri penseranno che io sia incatenato da una cella in piena follia da tagliando! MA alla fine , la tecnica è la base degli argomenti che discutiamo. Poì è una situazione "virtuale", desiderata, la prassi, la quotidianità è un'altra, lo è anche per me, ma almeno parto da un punto di riferimento alto, conoscitivo diverso e da cui faccio benchmarking.
    « Ultima modifica: 29 05 2009, 13:13:15 da BigHonda »

    Offline goldenbiker

    • 50 ino
    • *
    • Post: 53
    • Età: 34
    • Roma
    • Sesso: Maschio
    • Moto: Hornet

    • I miei Album:
    • I miei album
    Re: Usura...solo questione di kilometri?
    « Risposta #14 il: 26 06 2009, 03:44:48 »
  • Publish
  • se capisco un motore, al suo interno, come lubrificarlo e come manutenderlo...gli altri sono di razza diversa, ma sempre motori sono.



    Certo, è come uno che deve imparare a guidare, se sai guidare guidi dappertutto!  :up:

    Comunque le spiegazioni che hai dato non sono banali, sono utilissime!
    Però ho una domanda. Se la Hornet ha la coppia massima quindi il miglior rendimento a 10500 giri al minuto, il motore si usurerà prima se guido sempre intorno ai 7000 con qualche stirata ogni tanto o magari dura di più intorno ai 10500? Mi pare di aver capito che il motore meno gira e meno si usura, quindi la risposta dovrebbe essere scontata. Ma se cammino sempre a 3000? giri non è dannoso camminare sottocoppia?
    A questo punto... domandone finale... Un bicilindrico con più coppia ha durata più lunga come ad esempio un diesel?

    Grazie! Ciao!


    Share via delicious Share via digg Share via facebook Share via furl Share via linkedin Share via myspace Share via reddit Share via stumble Share via technorati Share via twitter

    xx
    Calibratore velocità per conta kilometri

    Aperto da tsunami666

    6 Risposte
    2012 Visite
    Ultimo post 25 08 2014, 12:25:27
    da tsunami666
    xx
    ISCRIZIONI 8° RADUNO NAZIONALE SOLO MOTOGIRO + PRANZO E SOLO CENE

    Aperto da Tribal_Dragon

    12 Risposte
    2101 Visite
    Ultimo post 30 05 2017, 20:37:31
    da DanieVale
    xx
    Questione di ... ANTICIPO !!

    Aperto da Saponetta

    10 Risposte
    3441 Visite
    Ultimo post 29 09 2011, 18:58:30
    da valentinrascu
    question
    Usura casco

    Aperto da aleant_71

    10 Risposte
    2317 Visite
    Ultimo post 06 11 2013, 15:10:53
    da ocreatur