Autore Topic: Qualità:Costruiamo il nuovo 3 cilindri da 630 cc per la Hornet!  (Letto 27827 volte)

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Per caso rispondendo al topic di Packy, in Motocaffè ci siamo imbattuti in una frase riferita alla qualità.

E' un concetto davvero difficile quello "definibile" per stabilire cosa differisce tra un prodotto ed un altro, sia questo di qualità o di scarsa qualità".

Se ad ognuno di voi viene posta la domanda:
"Dimmi cos'è per te la qualità di un prodotto!"; Ci ficcheremmo in un ginepraio di definzioni fatte da tutti a ragione e con consapevolezza, ma tutte sarebbero (le definizioni) differenti tra loro.
Qualità di una moto, qualità dell'aria, qualità della vita, qualità del vino; qualità dell'ambiente, qualità del mare, qualità dell' olio, qualità di rapporto, qualità di uno schermo, di ricezione, qualità dei caratteri, qualità della musica, ecc,ecc.

Sapreste definirne il concetto?
E quale sarebbe lo standard a cui riferirsi per dire che questo o quel prodotto è di qualità oppure non lo è affatto?

Il mio scopo sarà quello di portarvi nelle fabbriche meccaniche per raccontarvi  cosa è impostato come progetto di qualità, come è disciplinato ai fini della produzione meccanica e dei componenti per la qualità.

Pian pianino a piccole pagine ci faremo un bel giretto in fabbrica.
Mi ripeto (dopo il post di Motocaffè) linkandovi la definizione che Honda Moto si dà per qualità:

http://www.hondaitalia.com/company/chi_siamo/qualit%C3%A0



Linkback: http://www.hornet.it/b53_pillole-officina/t8936_seo/
« Ultima modifica: 07 11 2009, 07:58:39 da BigHonda »


Calma...due ruote e una vita. Godersi la moto è un piacere. Vento, aria e libertà ma in sicurezza, tecnica e di guida.

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Re: Qualità!
« Risposta #1 il: 06 11 2009, 20:47:44 »
Mi avventuro in questa nuova discussione, ma in fondo racconto quello che è il mio quotidiano, quindi non sono "il manuale" oppure la sapienza in persona.

Un concetto fondamentale che dobbiamo consolidare, quando parliamo della definizione di qualità di un prodotto, e per restare in tema di un motore, fare innanzitutto una grande ed immediata differenza basilare:
Qualità di un Prodotto;
Qualità di un Processo.

Il prodotto è (ad esempio) la struttura di un materiale, la sua composizione chimica, il suo stato fisico, la sua lega, le sue caratteristiche meccaniche, le sue caratteristiche di lavorabilità, la sua conformazione.
La conformazione di un particolare (vedi canali dell'olio, borchie, cavedi,fori,profili,ecc) sono derivati da una qualità di disegno ( o di progettazione che dir si voglia), quindi prima di fare un buon prodotto, bisogna fare una buona qualità di progettazione.

Un prodotto di qualità che è la risultante di una buona progettazione, dovrà essere lavorato in un sistema industriale (tralasciamo la qualità artigianale) definito per "processi" di lavorazione, che altro non sono che una serie di fasi (o operazioni) consecutive di lavorazioni o attività manuali che stabiliranno nel loro insieme il ciclo di produzione del prodotto.

Una qualità di processo, insieme ad una qualità di prodotto che è la risultante di una ottima qualità di disegno o di progettazione, è la base necessaria per assolvere al titolo di prodotto di qualità.

Concetto semplice che però si articolerà in tante altre sfumature.

Come sempre rileggo poco e batto veloce...ortografia a zero!

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Re: Qualità:Costruiamo il nuovo 3 cilindri per Honda Hornet!
« Risposta #2 il: 07 11 2009, 07:43:02 »
Ho modificato il titolo del post, perchè per continuare a rendere l'idea di cosa dovremo affrontare, dobbiamo immaginare il lancio di un nuovo motore.
Ad esempio un motore a 3 cilindri!

Bene, il commerciale Honda, il commerciale Yamaha, il commerciale Kawasaki (per commerciale intendiamo tutto l'equipment che anticipa i gusti ed i bisogni dei consumatori) ritengono come futuribile l'idea di avviare la produzione dei 3 cilindri, poichè sta emergendo che questo tipo di propulsore è il più equlibrato, il miglior motore per una moto media, perchè i consumatori ed alcune riviste (ed è vero che Dueruote in un confronto lo fece) specializzate dichiarano che un motore 3 cilindri è il "propulsore" modello per fatto di prestazioni, vibrazioni, manutenzione, proprietà dinamiche, ecc,.

Le masse di consumatori, iniziano ad acquistare ed a richiedere moto conmotore a 3 cilindri.
Il mio è solo un esempio, dobbiamo solo immaginare di creare questo motore, serve a capire che abbiamo uan nuova esigenza di costruire un nuovo motore.
Allora cosa succede?
Succede questo, si parte con uan progettazione del nuovo motore; sì parliamo proprio del disegno. Una volta erano tutti fatti a mano, con calcoli ingegneristici d'alto livello, oggi sono la risultante di cad e computer, ma comunque cad e computer sono a loro volta, la risultante di cervelli umani che inseriscono dati, variabili e migliorìe.

Inizia così almeno sulla carta, un primo approccio alla qualità.
Un disegno ci farà già capire le dimensioni di un motore, la corsa, gli ingombri,la struttura,ecc,ecc.
Passano i mesi...si sono fatte tutte le analisi del caso, si sono studiati i disegni e quindi abbiamo disegnato il nuovo motore Honda Hornet 3 cilindri.
Si sono valutate una serie di cose in fase progettuale.
Abbiamo (ipoteticamente) progettato un motore da 630cc; frazionato 3 cilindri.

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
3 cilindri 630 cc
« Risposta #3 il: 07 11 2009, 07:56:02 »
Sulla carta abbiamo costruito il 3 cilindri da 630 cc.
Ne prevediamo tutte le applicazioni e sono:
1) Naked nuova Hornet;
2) Transalp...in questo momento il 700 cc è fermo, (però era un bicilindrico!)
3) La CBR600 mod 2013 prossimo aggiornamento;
4) La nuova CBT del 2015 (media tipo Deuaville)
(ovviamente è fantascienza la mia, ma serve a definire di cosa parliamo)

Ok: commercialmente abbiamo mirato degli obiettivi.
QUALITA' DI UN DISEGNO:
Il progettista, non ha l'unico compito di fare un disegno e basta, dovrà fare anche tante altre cose:
Partiamo dal concetto basilare che ci sono dei vincoli e ne listiamo qualcuno.

Allora, una moto non deve pesare più di 200 kg; un motore deve essere manutenibile facilmente, deve contenere vibrazioni e rumore, deve essere accessibile per il cambo dei filtri, delle candele. Deve potersi raffrescare con facilità, deve essere sprint, ma mi deve dare coppia...insomma un gran casino di opzioni da pensare e prevedere.

Ve ne racconto una (variabile progettuale):
Mi serve un motore che abbia poche vibrazioni, quindi devo avere una cartella del basamento che abbia uno spessore da x mm di metallo, però se lo faccio troppo doppio ( sezione dello spessore) il raffrescamento è compromesso dal troppo accumulo termico che potrebbe "attaccarmi" l'olio
ma se lo realizzo troppo sottile potrei avere lesioni e altri difetti.
Poi in fonderia, durante la colata dei materilai fusi, la ripetibilità degli spessori dei basamenti (o carter) sarebbero critici per lo sformo...insomma non vi voglio tediare , ma subentrano migliai di considerazioni che fanno davvero dormire notti insonne i nostri progettisti.


Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Comunque, affermiamo (per fede, dobbiamo) che i progettisti di Hornet.It, siano riusciti a fare il giusto disegno del nuovo motore.

Qualità del disegno ok, tutte le variabili sono state considerate, tutti i componenti sono stati (sulla carta) assemblati considerando tutti i fattori industriali (facilità di realizzazione nelle fabbriche), di montabilità (meno criticità in un processo, significa meno errori), di commerciabilità (ai bikers piace il 3 cilindri, ma piace il fatto che per cambiare una candela non toglieranno più il serbatoio, piace il fatto che il livello dell'olio non devi guardartelo calandoti a capriola, vogliono più coppia, meno consumi, tagliandi ogni 30.000 km, ecc, ecc.)

Insomma un disegno ha interpreato, come vi dicevo, migliaia di variabili da quelle della fonderia che realizzerà i componenti grezzi, a quello delle fabbriche che li lavoreranno con macchine utensili, a quelle di chi lo monterà, a quelle di chi li venderà, di chi li comprerà, di chi ci farà manutenzione,ecc,ecc.

Sembra facile ma non lo è.

Primo esame del disegno:
Si parte coi proptotipi; si costruiscono 10 particolari (100,1000..è una scelta aziendale) noi di Hornet It siamo poveretti e decidiamo 10 prototipi, ma possiamo essere anche molto sicuri di non aver sbagliato ecco perchè sempre 10 decidiamo.
Bene partono le costruzioni prototipali di migliaia di componenti, e vi spiego:
10 alberi motore a 3 attacchi;
30 bielle
30 stantuffi
10 basamenti
ingranaggi nuovi, pompe,cavi,candele....si muove un mondo di materiali appresso ad un motore che manco ve lo immaginate.
Un motore può avere fino a 500 componenti, dalle viti ai cuscinetti (bronzine) guarnzioni, siliconi,cavetti,rosette (o rondelle)...un vero bordello (piacevolmente tecnico...) di materiali che hanno tutti delle proprie specifiche.
E' compito del progettista aver calcolato tutti questi coktail di mteriali, le loro cartteristiche, dimensioni, applicazioni,ecc.
Gli và bene ad esempio, se trova dall'attuale 4 cilindri un qualcosa di ri-utilizzabile, tipo il tappo di scarico olio, oppure un ingranaggio, ed allora sarà meno carico, altrimenti dovrà davvero RIDISEGNARE tutto il nuovo 3 ciklindri 630 cc Honda, senza nessuna vecchia applicazione che gli venga incontro (questo è quello che succede sempre,si fà tutto ex novo)

Ci rendiamo conto? Parliamo della minima molletta alla più piccola vite,ecc.
 
L'avvio dei prototipi, sancisce la nascita di un nuovo motore (non la vendita o la commercializzazione)
Bene, ammettiamo che tutto sia andato per il verso giusto, quindi tutti i componenti per 10 motori, sono pronti per battezzare i primi 630 cc 3 cilindri.

Qui avviene un primo consenso di ok alla qualità di un disegno: i componenti disegnati sono realizzabili.



Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Abbiamo quindi dipsonibili 10 motori sciolti, non ancora assemblati.
Li montiamo (rigorosamente) a mano e ne stabiliamo le caratteristiche di processo.

Questa è una fase delicata.
Allora, io presumo (da calcoli e manuali) che una biella debba essere chiusa a 90 Nm, la Testa cilindri a 85 Nm,ecc,ecc.
Con chiavi (precise) manuali, realizziamo un motore con quote e valori di chiusura teoriche, quelle riporatte nel disegno, per capirci.

Diciamo che facciamo solo 2 motori dei 10 a mia disposizione.

Chiusi i 2 motori..sono pronti per le prove!

Mi devo creare un team di lavoro: nomino Luca (il capo) colui che realizzerà i 2 motori (dai suoi tutorial vedo che è in gamba) e mi serve rigorosamente una unica mano "operatrice", non posso affidarmi a più persone (è molto importante in questa fase) per tutti e 2 i motori;

Morpheus in aiuto a Luca e poi devo individuare 3 collaudatori e nomino Savelli, Packy (così lo riportiamo in Honda) e Dititald (che lo rimettiamo subito a cavallo).

Luca avrà chiuso i motori con tutte quelle belle chiavi dinamometriche, Morpheus rileverà tempi, coppie,osservazioni,analisi,ecc.
I 2 motori sono pronti.

Allora cosa mi tocca fare?
Mi tocca farli girare a  banco, devo verificare cosa succede. Il momento è emozionante, il primo motore Hornet.it da 630 cc frazionato 3 è pronto.

Attacco al banco, gli mando benzina e parto...avvio incerto, rumorosità,vibrazioni...insomma siamo tutti li a guardare cosa succede.

Il motore è partito il primo 3 cilindri stà girando.

Faccio 15 ore di banco e sbiello...azzarola...non l'avevo previsto!!!! :uRlo: .

Luca e Morpheus corrono al capezzale della loro piccola creatura e piangendo prendono il motore e se lo portano in analsi.
Lo smontano e vedono che la biella centrale ha rotto le  2 viti del capello sull'albero motore.
Iniziano i dubbi :(cosa potrà aver causato questa rottura) difetto di chiusura (coppia scarsa?) difetto del materiale (la vite è troppo debole?) difetto di eccessiva potenza allo stantuffo (il rinculo dello scoppio mi snerva la vite?) difetto di pulizia delle broznine...insomma inizia un vero e proprio brainstorming (bombardamento di ipotesi fatte dal cervello).

Fatte le dovute analisi,(le analisi durano giorni, si rimettono in discussione tanti fattori, lega delle viti, strutture, olio,calore,ecc) Luca e Morpheus decidono di aumentare la coppia delle viti della biella.
 
Sul 2° motore, correggono questa cartteristica, riaprendo il motore ed incrementando la coppia.

Lanciano la 2^ prova al banco ed all'arrivo delle 15 ore (valore che aveva rotto il primo motore) il motore nr 2 non si rompe.
Fiuuuuhhh...abbiamo passato un primo osatcolo.
La prova continua fino al raggiungimento di 300 ore di funzionamento;  è ok.

Luca e Morpheus, allora fanno correggere il disegno perchè la coppia teorica di chiusura della biella, andava aumentata nel nuovo valore; da 90 si è passati a 100 Nm.

Quindi si interviene con un primo esponente di modifica di un disegno.
Si fà un vero e proprio aggiornamento, ed il disegno verà definito "provvisorio" e non più "definitivo"
La qualità in fase di progettazione ha avuto una prima correzione, importante.
« Ultima modifica: 07 11 2009, 11:01:16 da BigHonda »

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
E' lunga la faccenda, abbiate pietà di me.

Bene allora Luca e Morpheus costruiranno altri 2 motori con al variante di chiusura della biella. Tutto ok dopo 300 ore anche questi altri 2 motori sono a posto.

Perfetto: ad Atessa, la nuova Hornet (prototipale) dal nuovo telaio, dal nuovo sebatoio, dal nuovo sellino, con forcelle elettroniche e compagnia bella, aspetta i primi 3 motori che Luca e Morpheus hanno fatto e che hanno già passato le prime 300 ore di funzionamento.

Le 3 moto nuove vengono consegnate a :
Packy : un collaudatore definito cittadino, tranquillo,che vive in quel di Biella, e gli diamo una mission di strapazzare la moto sui tornanti di montagna, in coppia, nel traffico,ecc,ecc.
Savelli: un collaudatore sportivo, a cui gli diciamo di correre a giri alti, al limite delle prestazioni, con frequenti cambi di marce,ecc.
Digitald (Daigor) per un uso turistico per lunghi viaggi da capo Nord al Sudafrica con  un impatto sulle escursioni termiche della Terra, e con un uso del motore per grandi viaggi continuativi...ore di funzionamento conseguenziali, ore e ore di motore in funzionamento e marcia.

Tutti e 3 i nostri amici avranno un continuo ( e sentito) contatto con Luca e Morpheus, anzi ogni 15 giorni si incontreranno a MILANO per verificare lo stato di funzionameto dei 3 motori.
Si verificano: consumi olio, rumorosità, trafilamenti di fluidi, segnali di ogni genere.
I 3 collaudatori esperti quali Packy,Savelli e Daigor, diranno la loro, ma saranno supporatti durante le prove anche da una serie di strumenti di controllo dei motori. (Computer che dialogano con la centralina)

Il motore gira...il primo 3 cilindri Hornet.it và che è una bellezza! 

Qui è partita un'altra attività analoga da parte di tutto il team dei telai, del team delle gomme, del team dei freni, del team della marmitta, del team delle candele, del team dei lubrificanti...inizia una vera e propia cooperazione tecnica tra tutti "gli attori" in campo.

Ad ognuno (del team) il proprio disegno, ognuno verificherà la conferma o la correzione (mai sperata) della qualità dal disegno. (Michelin, Showa, Ngk, ecc,ecc

Inizia a configurarsi un concetto fondamentale della qualità:
Prestazione attesa di un componente (quindi quello che prevedi a disegno) e prestazione realizzata (quello che di fatto succede!)

Ehhh sì, sembra facile.
« Ultima modifica: 07 11 2009, 15:49:40 da BigHonda »

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Andiamo al sodo:
I nostri 3 collaudatori (Savelli, Packy e Daigor) ci stanno dando buone notizie; sono soddisfatti per loro la motro è davvero fenomenale.

Allora Luca e Morpheus monteranno gli altri 6 motori restanti dei 10. (3 sono già in prova, 1 è  sbiellato a 15 ore di pova, ne restano 6)
Quindi inizeremo a far girare 9 moto nello stesso modo, le prime 3 e le altre che avremmo affidate a collaudatori sparsi qua e al per il mondo: dall'America alla Russia, dal Canada al Giappone, in Europa, in Brasile.

Tutti saranno monitorati attentamente.
Ops...in Brasile la moto si è fermata a 2000 km....azzarola...Luca e Morpheus volano a Rio per capire cosa è successo...speriamo che non sia di nuovo la biella!

Arrivano, smontano, analizzano e vedono che si sono grippati 2 cilindri!
Mille dubbi...sarà l'olio...saranno le tolleranze? Saranno altre cose?
No...scoprono che la benzina brasiliana è troppo secca, non adatta ai motori super precisi che Hornet it sà fare!

Allora come porvi rimedio?
Per il mercato Brasile bisognerà (dopo altre prove) prevedere un'accorgimento tecnico diverso, ci vorrà (ipotizzo, non prendetemi alla lettera) un olio 20W50 perchè un olio troppo detergente che combina con la benzina troppo volatile del Brasile è un problema.
I cilindri si "lavano" con la benzina e l'olio non mantiene la sua pellicola lubrificante, quindi siamo a rischio di grippaggio.

Mi massacrerei di costi in garanzia e di pessima pubblicità, quindi o correggo qualcosa o rinuncio a quel mercato.

Come vedete inizia un vero e proprio fuoco incrociato di prove,test,analisi,ipotesi,correzioni...e speranze.

Dopo un anno tutte e 8 le moto (un motore si è rotto a 15 ore, uno è grippato in Brasile) ritornano a Luca e Morpheus.
Su ogni motore verranno scritti:
Chi li ha guidati, dove, come e cosa ha rilevato, perchè, km,ecc,ecc.

Luca e Morpheus smontano tutti e 8 i motori.
Prendono i pezzi ( i componenti, alberi, stantuffi,bielle,ecc) e liportano al controllo dimensionale.
Dovranno verificare che le quote di partenza siano confermate, l'usura, le modifiche di struttura, le dilatazioni...insomma una "cifra" di controlli.

Degli 8 motori appurano che :
Quello di Savelli è un pò surriscaldato, quello di Daigor è usurato ma regolare, quello di Packy è perfetto. Tutti e 3 hanno gli stessi km, pari a 50.000 cadauno!

Allora come mai si notano 3 comportamenti diversi?
Ahhh giàààà, Savelli aveva l'olio 5W30 e allora possiamo dire che non raffredda bene alle alte prestazioni,giri,ecc?; Daigor aveva pure lui il 5W30 ma ha avuto un guida tranquilla, solo molto lunga...viaggi consecutivi e Packy nel cittadino/misto è quello che aveva il 10W30, del vecchio 4 cilindri.

Iniziamo a mettere in discussione l'olio.
Mi toccherà rifare un'altro motore, metterci l'olio di Packy e darlo a Savelli.
Sto caspito di Savelli già mi ha ### un motore!!!!!!


Allora stesso manico (Savelli) e materiale (olio) diverso.
Savelli mi deve rifare i 50.000 km...abbi pazienza ma devi camminare.



« Ultima modifica: 07 11 2009, 10:39:41 da BigHonda »

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Sabato lungo questo!

Dopo varie prove abbiamo le certezze: (savelli ha finito gli altri 50.000 km)
Il nuovo motore và bene così, rigorosamente olio 10W30, ecc,ecc.

Allora (ed ognuno per la sua parte..la Michelin la Ngk, quelli delle forcelle,e via discorrendo) si inziano a fissare gli standard produttivi.

Il disegno "di una volta" avrà potuto avere alcune correzioni ammesse e previste; qausi mai un disegno è perfetto al primo colpo...in nessuna casa motoristica.

Luca e Morpheus a questo punto, verrano catapultati sulle linee di produzione e stabiliranno tutte le fasi di lavoro per il corretto montaggio del motore; saranno forti della loro esperienza di aver montato i primi 10 motori e diranno ai gestori del processo produttivo, tutti gli accorgimenti, le coppie di chiusura, le notizie di qualità, di corretta applicazione degli standard.

Succede questo: che dalla qualità di disegno stiamo pian pianino passando alla qualità di processo.

In buona sostanza, gli standard che hanno fissato Luca e Morpheus devono essere garantiti per ripetibilità di fasi di lavoro, di mantenimento degli impianti e di controllo dei mezzi (ad esempio le chiavi che chiudono la biella che già ci aveva spolpato il primo motore).

Luca e Morpheus in questo momento governano lo sviluppo del nuovo motore 3 cilindri.

Dovranno essere addestrati gli operai, i tecnici.
Allora si dà il via alla pre-serie, cioè si passa ai motori (ricordate, Luca e Morpheus li avevano fatti a mano!) prodotti mediante un processo produttivo.

A cascata, ovviamente seguiranno una serie di prove-correzioni-fasi di aggiornamento,ecc.
Fino a quando non arrivi sul mercato..è tutto ammesso!

Pensate alla DN01...che caspita sarà successo! (Modello nuovo, trasmissione nuova, cambio nuovo!)

« Ultima modifica: 07 11 2009, 10:58:56 da BigHonda »

Offline savelli46

  • SBK
  • *****
  • Post: 3201
  • Età: 53
  • nel Novarese
  • Sesso: Maschio
  • http://imageshack.us/photo/my-images/684/the29807.
  • Moto: Ciao ,cagiva250,honda 500,CBR600RR,hornet MY 2006

  • I miei Album:
  • I miei album
 che mostro sta moto SBAV
motore perfetto e bella potenza hai bassi ;-)
 si vabbè ma questo punto i collaudatori vogliono essere pagati!! :gRgR:  hihihi  :stica:  :LoL:

Offline blaps_85

  • SBK
  • *****
  • Post: 2537
  • Età: 34
  • Civitavecchia
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet '06 D.P.M. - Vespino 50 Special (polini race)
  • Zavorrino/a: Rosy

  • I miei Album:
  • I miei album
Re: Qualità:Costruiamo il nuovo 3 cilindri da 630 cc per la Hornet!
« Risposta #10 il: 07 11 2009, 12:15:55 »
Mi piace assai tutto ciò.. posso occuparmi della parte Marketing&Advertising della nuova moto? facciò anke le foto.. E poi chissà, mi ci scappa un giretto
:LoL:
Guido la Hornet come un vespino e la 50 Special come una Hornet...

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Re: Qualità:Costruiamo il nuovo 3 cilindri da 630 cc per la Hornet!
« Risposta #11 il: 07 11 2009, 12:40:47 »
che mostro sta moto SBAV
motore perfetto e bella potenza hai bassi ;-)
 si vabbè ma questo punto i collaudatori vogliono essere pagati!! :gRgR:  hihihi  :stica:  :LoL:
Stiamoci calmi...già sei un privilegiato!
Ti ho fatto fare 100.000 km su due moto nuove...e io pago!

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Re: Qualità:Costruiamo il nuovo 3 cilindri da 630 cc per la Hornet!
« Risposta #12 il: 07 11 2009, 12:58:15 »
Stabiliamo il lotto di pre-serie : diciamo 2000 pezzi.

Allora sulle linee di produzione, ci saranno oltre a Luca e Morpheus anche un gruppo di persone dell'ente Qualità di Stabilimento, un gruppo di tecnici del processo produttivo e magari qualche tecnico di aziende produttrici di chiavi ed attrezzature.
Ognuno in questa fase provvederà a consolidare tutte quelle procedure che dovranno essere lo standard di produzione del motore.
I tempi di produzione;
Le prescrizioni qualitative;
I vincoli di processo;
I controlli cadenzati.
Su questa ultima parola mi soffermerei.

Un controllo cadenzato è definito come l'attvità che un'operatore di processo deve effettuare secondo una cadenza o un intervallo produttivo.
Cioè all'operaio di linea gli verrà indicato (dai vari team che a loro volta sono stati istruiti da Luca e Morpheus) ogni quanti pezzi egli dovrà effettuare un controllo visivo, dimensionale o per attributi del pezzo da lui lavorato, maneggiato, assemblato o qualsivoglia fase di lavoro egli sia delegato a compiere.

Mi spiego:
Se un operaio ha una chiave dinamometrica in gestione per chiudere la biella a 100 Nm, e il serraggio è definito critico perchè sul primo motore "abbiamo rotto", verrà adottata la precauzione di verificare la bontà della chiave (e la relativa ripetibilità nonchè il mantenimento della coppia, quindi parliamo di affidabilità) ogni 120 bielle chiuse! Cioè ogni 120 fasi di chiusura, si pretende il controllo della chaive in dotazione.

Se il motore è un 3 cilindri, significa che dopo 40 (3x40=120) motori l'operaio dovrà "portarsi" su un banco di collaudo e verificare l'affidabilità della chiave.
Se la trova in tolleranza 100 Nm + o - 2% (quindi da 98 a 102 Nm) dovrà registrare l'avvenuto controllo e riprendere l'attività

Se la chiave è starata (fuori range 98-102 Nm) dovrà essere data segnalazione agli addetti di qualità i quali dovranno intercettare i 40 motori precedenti al controllo (la matricola del motore ci permette la risalita ai 40 precedenti).

Poichè per assurdo la chiave può essersi rotta dopo il primo motore dei 40 prodotti precedentemente, conviene bloccare e rivedere la produzione tra un lotto e l'altro di controllo. (sbarramento produttivo)

Estendete questo ragionameto a tante fasi di lavorazione e di controllo e di conseguenza avrete intuito che si è creato un Sistema Qualità di un processo.

Andateci pure di fantasia, si parla di serraggi, di accoppiamenti guarnizioni, di lucidature,di lavorazioni, rugosità,spessori di metalli,ecc,ecc....tutto va a finire in un sistema di controllo cadenzato.

Come vedete si salgono scalini logici:
Progetto (o disegno)
Prototipi
Prove
Standard
Correzioni
Pre-serie
Ottimizzazione
Sistema di qualità
Lancio dei 2000 motori!
 :mmm:
« Ultima modifica: 07 11 2009, 13:14:21 da BigHonda »

Offline BigHonda

  • SBK
  • *****
  • Post: 1547
  • Foggia country (provincia di Foggia)
  • Sesso: Maschio
  • Gli ingranaggi girano nel motore e nel cervello
  • Moto: Tutte
  • Zavorrino/a: BigHonda

  • I miei Album:
  • I miei album
Re: Qualità:Costruiamo il nuovo 3 cilindri da 630 cc per la Hornet!
« Risposta #13 il: 07 11 2009, 13:09:43 »
Mi piace assai tutto ciò.. posso occuparmi della parte Marketing&Advertising della nuova moto? facciò anke le foto.. E poi chissà, mi ci scappa un giretto
:LoL:

Nò, mi serve un collaudatore in Sicilia...devo avere indicazioni sui comportamenti del motore in posti di mare, soleggiati e  persone che abbiano "xpxalle" per correre anche sulla pista di Nardò!

Ti nomino collaudatore della versione pre-serie; è un incarico davvero importante, le tue indicazioni saranno il riferimento per le attività di completamento definitivo dell'avvio della produzione effettiva!
Mica poco!

Se tu mi hai seguito fin qui...mi sa che le "pxaxlle" già te le ho stropicciate per benino! :birra:

Allora sei assunto!

In Italia gli unici che assumono ormai siamo noi : Hornet.it
« Ultima modifica: 07 11 2009, 13:26:49 da BigHonda »

Offline blaps_85

  • SBK
  • *****
  • Post: 2537
  • Età: 34
  • Civitavecchia
  • Sesso: Maschio
  • Moto: Hornet '06 D.P.M. - Vespino 50 Special (polini race)
  • Zavorrino/a: Rosy

  • I miei Album:
  • I miei album
Re: Qualità:Costruiamo il nuovo 3 cilindri da 630 cc per la Hornet!
« Risposta #14 il: 07 11 2009, 14:48:27 »
Addirittura collaudatore! WOW :up:  :up:  :up:

Ti macino km su km allora!

Posso dire una cosina?  :secret:
Secondo me serve anche un controllo sui nostri fornitori (credo che prodursi tutto da soli è un pò troppo complicato).. In alternativa i nostri fornitori devono rispondere al requisito di possedere certificati UNI-EN-ISO 9000... sai che casini sennò? significherebbe andare a controllare periodicamente i loro processi etc etc..
 :dash:


Share via delicious Share via digg Share via facebook Share via furl Share via linkedin Share via myspace Share via reddit Share via stumble Share via technorati Share via twitter

xx
hornet 3 cilindri??????

Aperto da mikolo

11 Risposte
2693 Visite
Ultimo post 19 06 2013, 00:02:37
da Angelo.C
xx
Hornet 600 va a 2 cilindri

Aperto da tdemilo

23 Risposte
6708 Visite
Ultimo post 10 07 2013, 17:49:18
da TaFaZy
xx
Consumi 600 4 cilindri vs 800 2/3 cilindri

Aperto da Giullo

20 Risposte
4360 Visite
Ultimo post 02 09 2014, 14:08:46
da Alby1977
xx
QUALITA' MARCHIO VEMAR

Aperto da laif_is_nau

21 Risposte
4620 Visite
Ultimo post 13 02 2012, 21:41:14
da bikeroby